Prezzi agricoli in rialzo: a maggio +2,4%

pere Ferrara
Il maltempo di maggio riaccende i prezzi dei prodotti agricoli all’origine, facendo segnare un aumento del 2,4% mensile e del 9,9% su base annua. E’ quanto rileva l’Ismea, sottolineando che a rincarare sono state esclusivamente le coltivazioni (+5,4% variazione congiunturale +16,5% quella tendenziale), mentre la zootecnia ha ceduto in un mese lo 0,2%, mantenendo +2,9% rispetto allo scorso anno. Tra le colture vegetali, i maggiori aumenti si registrano nella frutta (+26,4%), in particolare mele, pere e kiwi e negli ortaggi (+12,6% rispetto ad aprile); le ridotte disponibilità di lattuga e radicchio hanno fatto aumentare i listini rispettivamente del 7,7% e del 48% rispetto ad aprile, mentre per patate, cavolfiori e finocchi i rialzi a due cifre sono riconducibili all’abbassamento delle temperature. Flettono i prezzi di oli di oliva (-3,3% su aprile) e vini (-1,2%), mentre sono stazionari per i cereali. Il confronto con maggio 2012 conferma un andamento positivo per tutte le coltivazioni, da +8% per i cereali a +33,3% per gli oli di oliva. Passando al comparto zootecnico, incrementi mensili si registrano per lattiero-caseari (+0,3%), avicoli (+6%) e ovi-caprini (+1,9%), ma non per suini (-2,3%), uova (2,7%), bovini (-0,4%) e conigli (-8,4%). La dinamica tendenziale, infine, rivela aumenti per avicoli (+12,2%), latte e derivati (+3,7%), bovini (+3,4%) e suini (+1,1%); segnano il passo, infine, uova (-7,1%), ovi-caprini (-6,5%) e conigli (-0,6%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.