Prezzi all’origine in ribasso ma il carrello della spesa è sempre più caro


Marzo mostra un andamento divergente dei prezzi alimentari: aumentano di oltre il 3% per i consumatori finali, secondo le stime provvisorie Istat, mentre calano del 2,3% per i produttori, secondo le rilevazioni Ismea. Lo sottolinea Copagri in una nota. “Gli agricoltori continuano a rimetterci due volte: sulle proprie possibilità di ricavo, in troppi casi ridotte sotto zero, e come consumatori di beni di maggior consumo, di beni essenziali”, si legge nel testo. Più in dettaglio, gli aumenti del carrello della spesa per pane e pasta sono quasi del 3%, del 3,5% per il vino e addirittura del 12,5% per lo zucchero. Mentre i cali dei prezzi all’origine sono del 2,1% per i prodotti lattiero caseari, del 12% per i cereali, del 13% per la frutta e del 21,4% per gli oli di oliva. “Urgono – conclude la nota – misure in grado di attenuare nel bilancio delle aziende agricole soprattutto le uscite sul fronte dei carburanti per i lavori agricoli e dei combustibili per le serre”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.