Cia, crollano i prezzi all’origine ma i consumi non decollano


Il crollo dei prezzi sui campi blocca i listini al dettaglio degli alimentari, ma i consumi non decollano e continuano a ristagnare; uniche eccezioni sono frutta (+2%), ortaggi (+1,3%), latte, formaggi e yogurt (+0,8%) e pasta (+2-2,5%). A segnalarlo e’ la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati preliminari dell’Istat sull’inflazione, che a gennaio per gli alimentari non registra alcun incremento rispetto al mese precedente e una variazione dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Per quanto concerne i consumi alimentari del 2009, rileva la Cia, si e’ evidenziata una flessione su base quantitativa, nella domanda di derivati dei cereali (-1,5%), dovuta soprattutto a pane, primi piatti surgelati e biscotti dolci, ma anche a carne bovina (-3,2%) e avicola (-1,2%), olio di oliva (-1,2%) e vini e spumanti (-0,8%). La Cia fa notare come ancora una volta l’agricoltura dia un deciso colpo di freno all’inflazione e come il crollo dei prezzi sui campi (-6,5% a novembre) freni ulteriormente la corsa degli agroalimentari sugli scaffali.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.