Prezzi: Ismea, suini -7,5%, nel 2014 deflazione in stalla

maiali3Crollano in un anno del 7,5% le quotazioni all’origine del bestiame suino, un settore in affanno su cui pesano l’embargo russo e il calo dei consumi interni. Lo mette in evidenza l’Ismea che, nel parlare di vera ‘deflazione’ in stalla nel 2014, precisa che questo risultato è stato riscontrato sia per i capi da allevamento (-8,5% rispetto al IV trimestre 2013) che per le taglie da macello (-7,3%). Ad alleviare il peso di questa situazione è stato il calo di due voci di costo a carico degli allevatori, i prezzi dei mangimi scesi del 3,6% rispetto al IV trimestre del 2013 e i capi da ristallo in calo dell’8,1% rispetto al 2013. Sul mercato interno, infine, i dati relativi ai primi 11 mesi del 2014 indicano una consistente flessione degli acquisti delle famiglie italiane di carni suine, del 6% sia nei volumi che nella spesa; meglio i salumi con +2% delle quantità acquistate e un calo solo marginale in termini monetari. Relativamente all’evoluzione degli scambi con l’estero, l’analisi Ismea rivela, a consuntivo dei primi dieci mesi del 2014, un peggioramento di 1,7 milioni di euro del deficit della bilancia commerciale del settore. In termini monetari, le importazioni di suini vivi e di carni fresche e congelate hanno fatto segnare aumenti rispettivamente del 18% e del 2%, mentre sul versante dell’export si è registrato un miglioramento del 6,5% per salumi e altre preparazioni.

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.