Prodotti Dop e Igp da detrarre nel 730: le reazioni alla proposta arrivata dal Veneto


La spesa per l’acquisto di prodotti Dop e Igp da detrarre come si fa per le spese sanitarie, le assicurazioni sulla vita e le spese d’istruzione? All’indomani degli scenari avveniristici sul futuro della detraibilita’ fiscale sotto il segno del consumo di prodotti nostrani lanciati da Pontida dall’assessore veneto all’agricoltura Franco Manzato, la Cia del Veneto prova a ragionare sulla fattibilita’ e la novita’ di una proposta che, passata un po’ in sordina nell’elenco della fitta agenda delle priorita’ per il rilancio politico, non e’ rimasta certo inosservata agli occhi degli agricoltori: “Sarebbe interessante capire la percorribilita’ della proposta fatta da Manzato. Sicuramente trovare nuove strade per incentivare le famiglie a consumare italiano non e’ male. Detraibilita’ inoltre significa favorire anche la legalita’, dato che non si puo’ detrarre una spesa senza presentare lo scontrino fiscale. E questo a vantaggio di tutti”. Cosi’ il presidente di Cia Veneto, Daniele Toniolo, commenta il disegno dell’assessore all’agricoltura veneto che per rilanciare i consumi e a garanzia della sicurezza alimentare azzarda l’ipotesi della detraibilita’ fiscale, secondo scaglioni, per l’acquisto di prodotti certificati. Per Cia Veneto l’idea che il conto delle famiglie, venete e non, per riempire la borsa della alimentare “doc” di tipicita’ locali non e’ utopistico, bensi’ orienterebbe le scelte a sostegno del Made in Italy. E gli incentivi a mettere nel carrello prodotti come la casatella trevigiana Dop, il fagiolo di Lamon Igp, il radicchio di Chioggia Igp, piuttosto che l’aglio bianco polesano Dop anche per pagare anche meno tasse sarebbero un incentivo alla stessa agricoltura. A patto che – puntualizza Cia Veneto – nella lista della “spesa Doc” da detrarre finiscano tutti i 142 prodotti italiani dop, gli 84 prodotti Igp e i 2 Stg, specialita’ tradizionale garantita”. Si faccia dunque strada lo studio di fattibilita’ della proposta di Manzato. Senza lasciare sullo scaffale tutto il resto dei prodotti certificati italiani: dall’aceto balsamico di Modena Igp alla mozzarella di bufala campana dop. Dall’arancia del Gargano Igp alla carota novella di Ispica Igp. Dalla cipolla di Tropea Igp al basilico genovese dop. Senza esclusione alcuna.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.