Prorogati i controlli sugli alimenti provenienti da Giappone

L’Unione europea prolungherà per altri tre mesi i controlli rafforzati sulle importazioni di prodotti alimentari e mangimi provenienti dal Giappone, adottati dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima. Le misure saranno quindi applicate fino al 31 dicembre e verranno riviste ogni mese. La Commissione europea rimane ‘vigile’, ma sottolinea che il rischio contaminazione alimentare da radiazioni causate dall’incidente giapponese sono “decisamente basse”. La decisione degli Stati membri riguarda le importazioni di cibo e mangimi provenienti da 12 prefetture del Giappone, comprese le quattro più colpite dalle radiazioni. Questi prodotti verranno testati al momento di lasciare il paese, per verificare l’eventuale presenza di iodio 131, cesio 134 e cesio 137, per poi essere sottoposti ad un regime di controllo rafforzato, che include analisi di laboratorio, in almeno il 10% dei casi. Alimenti e mangimi in arrivo dalle rimanenti 35 prefetture giapponesi saranno accompagnati da una dichiarazione che ne certifica l’origine, per poi venire sottoposti a test a campione (almeno il 20% delle consegne). (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.