Prorogato al 31 dicembre il divieto di uso dei neonicotinoidi

Le api italiane possono tirare un altro piccolo sospiro di sollievo, almeno fino al 31 dicembre: e’ stato infatti prorogato fino alla fine di quest’anno il divieto di uso di neonicotinoidi, sostanze killer utilizzate in agricoltura, che negli anni scorsi avevano causato una moria senza precedenti di api, mettendo in ginocchio il comparto apistico nazionale. Gli apicoltori italiani, attraverso le tre piu’ importanti associazioni nazionali (Unaapi, Fai e Conapi), esprimono soddisfazione e ringraziano per la decisione presa nei giorni scorsi dalla Commissione Consultiva Fitofarmaci del Ministero della Salute, ma chiedono con forza una risoluzione chiara e definitiva, che vieti per sempre l’impiego dei neonicotinoidi per la concia delle sementi del mais, visto l’ormai conclamato effetto negativo sulla salute delle api. “Siamo molto soddisfatti per questa ennesima proroga, con ulteriore conferma della fondatezza delle nostre denunce – afferma Francesco Panella, presidente di Unaapi – ma riteniamo che adesso sia giunto il momento per il ritiro definitivo dell’autorizzazione d’uso dei concianti del mais. Dopo il netto e incontestabile miglioramento nelle ultime tre stagioni (2009, 2010 e 2011) dello stato di salute e di buona produttivita’ degli allevamenti apistici in seguito alla sospensione di queste sostanze, ci sono ormai le evidenze scientifiche per un loro ritiro definitivo”. Confermate peraltro dai nuovi spopolamenti avvenuti proprio questa primavera in Slovenia, per cui anche il paese vicino ha decretato lo stop definitivo alle molecole killer d’api.
In una lettera congiunta indirizzata a Saverio Romano, Ministro dell’Agricoltura, a Ferruccio Fazio, Ministro della Salute, e a Stefania Prestigiacomo, Ministro dell’Ambiente, le associazioni degli apicoltori ricordano, tra l’altro, come vi sia stata una scarsa significativita’ e incidenza dei parassiti e delle patologie del mais (diabrotica, elateridi e virus) nelle tre stagioni produttive contrassegnate in Italia dal divieto d’uso dei concianti sistemici; al contrario, si e’ avuta una riconferma, vasta e di campo, dell’efficacia della rotazione e delle buone pratiche agronomiche coerenti con l’approccio di lotta integrata alle patologie e parassitosi del mais.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.