Prosecco: il Tar del Lazio ammette il ricorso dei produttori del Carso

spumante Il Tar del Lazio ha giudicato ammissibile il ricorso dei produttori vitivinicoli del costone carsico contro la denominazione ‘Doc interregionale Prosecco’. Lo hanno reso noto stamani a Trieste i rappresentanti dei ricorrenti, il Consorzio per la tutela della Doc dei vini ‘Carso’, la Kmecka Zveza-Alleanza Agricola, il Comitato produttori formaggi del Carso Moisir, e del Comitato promotore della valorizzazione dell’olio di oliva extra vergine di Trieste. L’udienza si terra’ il 26 aprile 2010. Le controparti sono il Ministero delle Politiche agricole e forestali, le Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. ”Si tratta di un ricorso strumentale – ha precisato Franc Fabec, presidente regionale dell’Associazione Agricoltori – l’obiettivo non e’ uccidere la denominazione ma valorizzare il Carso triestino, dove si trova la localita’ Prosecco e grazie alla quale e’ possibile creare una Doc interregionale. L’auspicio e’ che si riesca a trovare una soluzione prima della discussione”. Fabec ha ricordato le richieste dei produttori carsici di piani di gestione per poter lavorare sul territorio gravato da diversi vincoli comunitari, di un ‘masterplan’ e di un recupero delle campagne e dei terrazzamenti del costone carsico e infine la realizzazione di un punto di promozione per il Prosecco. Tutte richieste che, ha concluso, ”non sono state prese in considerazione ne’ dal Ministero competente, ne’ dalla Regione Friuli Venezia Giulia”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.