Prugne della California: sorprendente alleato per ridurre gli zuccheri nella dieta

research_imageCome quasi ogni giorno ormai ci viene ricordato, anche gli Italiani hanno visto negli ultimi anni un aumento progressivo del tasso di obesità sia negli adulti che nei bambini. Allarmi, moniti, raccomandazioni e consigli di ogni sorta, l’alimentazione è di certo sotto i riflettori nel nostro Paese, che pure è culla di quella Dieta Mediterranea, universalmente riconosciuta come la più salutare e virtuosa.
Se sul lato della lotta alla sedentarietà non si può fare molto se non iniziare a fare del movimento, sul fronte dell’attenzione ad un regime alimentare salutare ed equilibrato sono molte le astuzie e gli aiuti che possiamo trovare sulla strada di un’alimentazione sana che non rinuncia al gusto. Soluzioni nuove e sorprendenti, che magari la nostra radicata tradizione culinaria non ci aveva ancora fatto scoprire.
Le prugne della California, ad esempio. Le loro proprietà benefiche sulla regolarità intestinale sono conosciute ai più, ma pochi sanno che ad esempio hanno anche un’altra importantissima funzione: possono costituire un sostituto naturale dello zucchero, aiutandoci in maniera salutare e gustosa a controllare un eventuale eccesso di zuccheri nella nostra alimentazione.
Ed ecco che, semplicemente frullandole e trasformandole in purea, possono essere utilizzate come dolcificante negli impasti per torte, dolci e biscotti.
Ma possiamo anche semplicemente addolcire lo yogurt bianco per una sana merenda o spalmarle su pane tostato e fette biscottate a colazione.
Con questi piccoli gesti, un po’ rivoluzionari per la nostre abitudini culinarie, avremo evitato, mangiando le stesse cose, una buona percentuale di zucchero e burro degli impasti dei dolci, lo zucchero per lo yogurt, gli zuccheri delle marmellate.
Il California Prune Board, il consorzio dei produttori di prugne della California, ha recentemente incaricato il proprio team di nutrizionisti di provare a ridurre il contenuto di zuccheri di sette ricette dolci, sostituendolo con purea di prugne. Il risultato è stata una riduzione di zuccheri composti tra il 27% e il 35%, mantenendo intatti consistenza e sapore di tutte le preparazioni. E lo stesso processo può essere applicato a un numero ancora maggiore di ricette.
Un altro grande vantaggio delle prugne essiccate è che hanno un sapore più dolce rispetto al loro corrispettivo fresco. Essendo poi comode e pratiche da trasportare, rappresentano una perfetta alternativa agli snack confezionati, che tendono ad avere un alto contenuto di zuccheri raffinati, grassi e sale. Le prugne secche contengono infatti solo zuccheri naturali e sono prive di grassi. Inoltre, l’avanzato processo di essiccazione, utilizzato solo in California, permette di mantenere tutti gli importanti nutrienti presenti nel frutto.
Non a caso, lo scorso giugno anche l’EFSA si è espressa sulle prugne della California riconoscendo loro un importante contributo al mantenimento della salute dell’apparato digerente, grazie all’alto contenuto di fibre.
La nutrizionista Evelina Flachi ha commentato: “Lo zucchero di per sé non è un nemico! Il problema è piuttosto l’apporto totale di zuccheri che assumiamo inconsapevolmente nella giornata attraverso cibi e bevande. Teniamo presente che se eccediamo nel loro consumo senza un adeguato dispendio energetico possiamo superare di molto e senza rendercene conto le calorie giornaliere di cui abbiamo bisogno.
È inoltre importante notare che lo zucchero assunto con la frutta intera, per la ricchezza di fibre di cui è composta, viene assorbito più lentamente dall’organismo ed inoltre viene favorito un maggior effetto saziante. Quindi, se vogliamo controllare l’apporto calorico quotidiano, oltre a valutare qualità e quantità dei cibi, potremo diminuire i grassi e non eccedere negli zuccheri in genere senza dover necessariamente evitare o ridurre il consumo di frutta.”
“Tre prugne della California possono essere una delle cinque porzioni giornaliere raccomandate per un corretto consumo di frutta e verdura e forniscono alla nostra dieta abituale, in modo semplice e gustoso, un adeguato apporto di fibre utili al benessere dell’organismo”, conclude la dottoressa Flachi.
foto tratta da http://www.californiaprunes.co.uk

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.