PSR Emilia Romagna : passa al 50% l’anticipo

Passa dal 20 al 50% la quota di contributi che i beneficiari delle misure di investimento previste dal Programma di Sviluppo rurale 2007 – 2013 della Regione Emilia – Romagna potranno chiedere come anticipo. Ciò significa che potranno contare da subito su un plafond di risorse pari a quasi 15 milioni di euro. La novità, che interessa i titolari di un provvedimento di concessione emesso negli anni 2009 e 2010, principalmente relativamente all’asse 1 e all’asse 3 del PSR, arriva dall’Unione europea come misura per contrastare le difficoltà derivanti dalla crisi economica. “Questa possibilità – spiega
l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni – è particolarmente vantaggiosa per gli imprenditori. La liquidazione complessiva del contributo pubblico avviene a fine dei lavori; poter disporre di un ulteriore anticipo sulla parte di risorse a fondo perduto
riduce l’esigenza di ricorrere al credito bancario per coprire la quota di capitale privato necessario all’esecuzione degli investimenti previsti. Per questi motivi invitiamo tutti i beneficiari ad utilizzare questa importante opportunità”.
Questa modalità di pagamento può essere utilizzata anche dagli imprenditori che non hanno ritenuto opportuno avvalersene al momento della presentazione della domanda di aiuto, seguendo la procedura approvata da Agrea. Le garanzie fidejussorie, necessarie per ottenere l’anticipo, possono essere accese a costi contenuti utilizzando la convenzione denominata “Investiagricoltura”, stipulata tra la Regione Emilia – Romagna e i principali Istituti bancari operanti in regione.

Un Commento in “PSR Emilia Romagna : passa al 50% l’anticipo”

  • Paola Cuppini scritto il 18 giugno 2010 pmvenerdìFridayEurope/Rome 16:31

    Salve, sono un’allevatrice cinofila che sta per iscriversi alla camera di Commercio,. prendere la Partita Iva e rientrare, quindi, tra gli IMPRENDITORI AGRICOLI, così come gli allevatori sono inquadrati.
    proprio ora è in vendita un terreno adiacente alla mia proprietà e vorrei acquistarlo, sia per allargare la mia attività e dar più spazio ai cani, ampliare le strutture, o meglio, acquistarne ex novo, e una parte del terreno coltivarla a bosco e, magari, una parte farla coltivare a seminativo, oppure, impiantare una tartufaia.
    Il problema è che la banca ci offre un mutuo solo dell’80% dell’importo e, per di più, come garanzia, vuole l’ipoteca sul terreno,. sulla casa e una persona con un reddito che faccia da garante (mio marito non basta perchè ha già altri prestiti personali, nonostante sia un dipendente pubblico).
    L’importo per acquistare il terreno è di 118 mila euro per 4,3 ettari, escluse le tasse e le spese notarili.
    Ci sono finanziamenti agevolati in Emilia Romagna, o a fondo perduto, o finanziarie che offrono mutui al 100% specifiche per l’agricoltura e la nuova impresa? Purtroppo, io ho superato i 44 anni e non rientro più tra le “giovani imprenditrici”.
    Il terreno si trova nella provincia di Ferrara-

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.