Pubblicato ‘Organic in Europe’. Offerta bio non copre domanda, in Italia consumi sotto media

logo bio nuovoComprendere le dinamiche dell’universo bio in Europa, il suo legame con la Politica agricola comunitaria e le potenzialità della nuova programmazione 2014-2020. Questo lo scopo del volume ‘Organic in Europe-Prospects and developments’, realizzato dal gruppo Ifoam Ue (Federazione europea agricoltura biologica) in collaborazione con Fibl e Ciheam-Iamb, nell’ambito della campagna informativa ‘Mind the Cap’. La pubblicazione, presentata questa mattina a Roma, offre una panoramica delle politiche comunitarie e nazionali a sostegno del bio, oltre a dati statistici per comprendere l’evoluzione del settore. Dal volume emerge un’immagine a doppia faccia del biologico italiano: l’Italia è infatti uno dei Paesi leader in Europa e con il 12% della superficie investita (cresciuta nell’ultimo anno del 6,4%) si colloca al secondo posto dopo la Spagna. Da sottolineare inoltre la buona penetrazione sui mercati stranieri, specialmente del Nord Europa. Eppure non mancano diverse criticità: “si evidenzia – ha spiegato Gianluigi Cardone, del Ciheam-Iamb – una scarsa propensione dei produttori a convertirsi al bio, sia per l’incertezza economica, sia per il peso della burocrazia. Spesso gli agricoltori producono biologico e ricevono gli aiuti, ma poi non vendono sul mercato con la certificazione, perché troppo onerosa”. Inoltre, anche a livello europeo, la domanda è cresciuta più dell’offerta e questo ha creato un gap che che viene colmato con massicce importazioni. C’è però da lavorare anche sul fronte del consumo: ogni cittadino italiano spende circa 30 euro l’anno per prodotti bio, contro una media europea di 42 euro. Spiccano nella classifica i Paesi nordici, in particolare Danimarca (159 euro), Lussemburgo (143) e Austria (144). All’interno della nuova Pac (e dei Psr nazionali), che rafforza il ruolo ambientale del bio, si dovrebbero, per gli studiosi, prevedere strumenti per rafforzare il mercato e sostenere la crescita delle superfici. (ANSA)

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.