Quando la “gommina” e’ bio nasce dagli alberi

C’e’ chi la mette al bando perche’ si appiccica sotto i piedi come la Spagna, c’e’ chi ne denuncia l’inquinamento tanto enorme quanto sottilmente nascosto , e c’e’ chi si inventa una nuova gomma da masticare, questa volta a base completamente vegetale, la prima biodegradabile. Si chiama Chicza, ed e’ stata premiata a Londra, al “Natural and Organic Products Festival”, come “Miglior nuovo alimento biologico” ed è già presente in molti supermercati europei. Nel giro di soli due mesi sparisce, ritornando alla terra, non si attaccherà più ai nostri vestiti, scarpe, capelli ai sedili degli autobus o ai maglioni.
Curiosa anche la storia della nascita di Chicza ,frutto di anni di studi dei Chicleros (discendenti dei Maya, secondo alcuni studiosi, i primi masticatori al mondo di chicle ) tenendo sempre presente la conservazione e la difesa dell’ambiente. I Chicleros hanno la seconda Foresta al mondo, dopo quella Amazzonica, e loro, insieme al Governo Messicano, si stanno impegnando per tutelarla.
I Chicleros si definiscono “Los Chicleros, Guardianes de la Selva Tropical”, sono 2.136 e si sono riuniti in 56 cooperative; possiedono 1.350.000 ettari di Chicozapote, chiamati anche Sapodilla, alberi che, grazie al particolare microclima della penisola dello Yucatan, crescono solo lì. Da quando il chewing-gum è stato brevettato nel 1866 da Thomas Adams, il chicle messicano è stato sempre usato come ingrediente base, poi abbandonato dalle Multinazionali che hanno preferito i derivati del petrolio (ecco perché quelle macchie che rimangono per terra sono nere!) : La gomma da masticare, nota in Italia anche con il termine anglosassone “chewing-gum” o “gomma americana” non è altro che un impasto che si ottiene dal caucciù mescolato a zucchero e ad aromatizzanti . Oggi, però, c’e’ la necessita’ di riscoprire una versione naturale della gomma da masticare. ”

Un Commento in “Quando la “gommina” e’ bio nasce dagli alberi”

  • barbara scritto il 3 febbraio 2011 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 16:45

    io avevo rinunciato a mangiare gomme perché inquinano troppo, poi ho trovato queste la settimana scorsa nella bottega del commercio equo a via della giuliana (roma), dove compro anche le noci indiane per lavare i panni chiari senza detersivo (ci lavo i canovacci che uso per fare il pane e mia sorella ci lava i panni della sua bimba). Le gomme alla menta sono buone, si sente che sono naturali… il gusto non dura tantissimo ma preferisco così piuttosto che masticare petrolio!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.