Question time: Galan risponde sull’Unire

Assunzioni all’Unire: “non serve a nulla, tanto meno all’Unire, che qualcuno si inventi cose senza senso e non vere.” Cosi’ attacca il ministro per le politiche agricole Giancarlo Galan al Question Time
Circa il bilancio preventivo 2010, ricordo che il bilancio era stato predisposto dal Consiglio di amministrazione che il Commissario straordinario era stato chiamato a sostituire; pertanto non vi era alcuna continuità fra tale atto e il programma del Commissario Baggio.Sul bilancio stesso il Collegio sindacale dell’Unire si era già due volte espresso con parere negativo. Lo stesso decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con cui veniva sciolto il CdA e nominato il Commissario Baggio, evidenziava chiaramente tale circostanza quale specifica causa di scioglimento degli organi ordinari.
A tali considerazioni negative ha fatto seguito il parere contrario del Ministero dell’economia e finanze e, quindi, la scontata non approvazione del bilancio da parte del mio Ministero.
In merito alle assunzioni effettuate il 29 giugno scorso, ricordo che:
• l’Unire nel 2005 è stato autorizzato a bandire concorsi per 20 funzionari e 4 dirigenti; i concorsi sono stati espletati nel corso del 2006;
• l’Unire è stata quindi autorizzata ad assumere i vincitori di tali concorsi con decreti del Presidente della Repubblica del 29 novembre 2007 e 28 agosto 2009 ; nonostante i provvedimenti di autorizzazione, l’Ente non ha potuto procedere ad effettuare tutte le assunzioni in ragione del divieto dal d.l. n. 78 del 2009, rimosso solo con la legge n. 25 di quest’anno entrata in vigore alla fine del mese di febbraio;
• superato il divieto legislativo, si è configurato per i vincitori dei concorsi un vero e proprio diritto all’assunzione, tant’è che alcuni di essi hanno presentato, per il tramite dei rispettivi legali, specifiche diffide all’Ente ad adempiere;
• il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 giugno 2010, con il quale è stato nominato il Commissario straordinario dell’Unire ha indicato fra i compiti quello di “procedere alle assunzioni di personale già autorizzate ai sensi della vigente normativa”; lo stesso Commissario Baggio, in una relazione a me inviata il 17 maggio scorso, rappresentava che “sarebbe importante l’inserimento almeno di un direttore generale e di tre direttori di secondo livello”.
Infine, faccio presente che le assunzioni di 14 unità (2, come detto, era già dipendenti dell’Ente) portano il personale in servizio a 178 unità, ma lasciano ancora comunque vacanti ben 53 posti della attuale pianta organica dell’Ente, ossia quasi il 25%.
I costi del personale gravano sul bilancio dell’Unire per il solo 2,5% e che gli oneri delle assunzioni autorizzate sono posti a carico del bilancio dello Stato ai sensi dei decreti di assunzione e, pertanto, l’Unire procede sostanzialmente alla sola anticipazione delle relative risorse.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.