Quote latte: Agea parte civile nel processo milanese

L’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea) ha chiesto di costituirsi parte civile nel processo milanese a carico dei rappresentanti legali di due cooperative milanesi e alcuni produttori di latte, soci delle stesse cooperative. Gli imputati sono accusati di aver messo in atto una truffa ai danni della stessa agenzia, aggirando la normativa sulle quote latte e appropriandosi cosi’ di circa 100 milioni di euro, somme che dovevano finire invece all’erario. Nel procedimento, a carico dei due rappresentanti delle cooperative e di 17 produttori di latte, davanti ai giudici della quarta sezione penale di Milano, si erano gia’ costituiti parte civile la Regione Lombardia, la Coldiretti, Confagricoltura e due cooperative. I legali degli imputati si sono opposti alla costituzione dell’Agea e hanno chiesto la revoca da parti civili degli altri enti e associazioni. Nel processo le due cooperative, ‘La Lombarda’ e ‘La Latteria di Milano’ sono imputate in base alla legge 231 del 2001 sulla responsabilita’ amministrativa degli enti. L’accusa e’rappresentata dal pm Maurizio Ascione. Secondo le indagini, gli imputati, accusati a vario titolo di peculato e truffa,avrebbero truffato l’Agea dal 2003 al febbraio 2009, omettendo di versare i soldi dovuti alla stessa agenzia. Il legale della Coldiretti, l’avvocato Giammarco Brenelli, ha spiegato, parlando in generale della vicenda ‘quote latte’, che ”i cittadini stanno pagando l’evasione di 4 miliardi di euro di multe effettuata da un migliaio di imprenditori”. Gli associati di Coldiretti, ha aggiunto il legale, ”sono stati sbeffeggiati dai Cobas che si sono avvantaggiati di questa condizione”. Il processo riprendera’ il 16 settembre, quando il giudice Oscar Magi sciogliera’ la riserva sulle eccezioni delle difese riguardo alle parti civili. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.