Quote latte: Barracciu, tutelare produzioni isole e montagna

alpeggio2Con la fine del sistema delle quote latte previsto per il 2015, l’Ue deve prestare particolare attenzione alle produzioni di qualità nelle isole e in montagna. E’ la richiesta dell’eurodeputata del Pd e membro della commissione agricoltura Francesca Barracciu, che ha presentato diversi emendamenti alla ‘Relazione sul mantenimento della produzione di latte nelle zone di montagna e nelle zone svantaggiate d’Europa’, al momento in discussione all’Europarlamento. ”Ho sottoposto al relatore diversi emendamenti – ha affermato Barracciu – che ritengo necessari per richiamare l’attenzione che deve essere riservata alle zone di montagna e svantaggiate delle regioni insulari, quindi alla Sardegna”. In particolare, ”il crescente spopolamento, i costi dell’energia e dei trasporti sono evidentemente maggiori nelle zone insulari e di montagna, pertanto è necessario che l’Ue si ponga il problema di tutelare le produzioni di latte in questi territori nonostante l’abolizione delle quote”, spiega l’europarlamentare, ricordando quanto sia ”importante sostenere sistemi di raccolta decentralizzata del latte per ridurne i costi di trasporto, valorizzare e favorire le aggregazioni di produttori di latte per rafforzarne il potere contrattuale contro le continue oscillazioni dei prezzi”. Particolare attenzione dovrà essere data, quindi, alle produzioni lattiero-casearie di qualità, soprattutto a quelle già oggi a rischio di estinzione e che potrebbero subire ulteriori danni dall’eliminazione delle quote e dall’affidamento del settore alle sole dinamiche di mercato, e incentivare la presenza di giovani allevatori contro il rischio di scomparsa del comparto che ”in Sardegna riveste una fondamentale importanza”. A metà 2014 Bruxelles dovrà presentare una relazione sullo stato di attuazione del ‘Pacchetto latte’: in questa occasione, ha messo in chiaro Barracciu, ”bisognerà ridiscutere l’opportunità positiva di introdurre contratti obbligatori scritti, tra produttori e trasformatori, per il latte crudo con prezzi e volumi definiti e durate minime garantite”, in quanto si tratta di ”uno dei migliori strumenti per sottrarre i prezzi del latte alle fluttuazioni del mercato, garantire ai produttori una certa stabilità sul medio periodo e distribuire meglio i profitti lungo la filiera produttiva”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.