Quote latte: Cia e Confagri, escludere splafonatori da “clemenza” Equitalia

bovini latte 3
La ‘clemenza’ di Equitalia non deve riguardare in alcuna maniera gli allevatori che devono pagare le multe per le quote latte. A dirlo all’ANSA sono i presidenti di Cia e Confagricoltura, Giuseppe Politi e Mario Guidi, a margine di un convegno questa mattina, a proposito dell’appello lanciato ai direttori delle strutture della società di riscossione di operare con estrema attenzione in questo periodo di crisi. “Ben venga l’apertura di Equitalia – afferma Politi – ma deve essere gestita in modo tale da interessare solo chi è oggettivamente in difficoltà rispetto all’attuale situazione economica e non con chi ha volutamente evaso; l’appello non deve riguardare in alcun caso gli splafonatori che non hanno pagato il dovuto”. Riguardo alla vicenda delle multe, il presidente ha ammesso che “purtroppo nessuno riesce ancora ad affrontare in maniera forte e diretta questo problema”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente Guidi. “Quando si parla di Equitalia si deve parlare di debiti contratti da imprese e cittadini maturati in modo lecito e non in modo illecito, quindi ci aspettiamo che il percorso nei confronti del sistema delle quote latte prosegua, anche perché diversamente l’Ue continuerà a gravare sui sistemi agricoli nazionali con multe per l’inefficienza del suo recupero”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.