Quote latte, Cia: subito commissione d’inchiesta

Istituire immediatamente una Commissione d’inchiesta che faccia la “massima chiarezza, in modo definitivo”, sulla questione delle quote latte. E’ quanto chiede la Confederazione italiana agricoltori, esprimendo “amarezza” per le continue e generalizzate accuse lanciate all’intero settore della zootecnia. Perché se è vero, spiega l’associazione, “che qualche disonesto ha fatto il furbo e non ha rispettato le leggi, è altrettanto vero che il mondo del lattiero-caseario è fatto da tantissime persone per bene, che stanno alle regole e svolgono, anche con grande sacrificio, la loro attività imprenditoriale”. La Confederazione sottolinea, nonostante l’iniziale contrarietà al regime delle quote, di essersi battuta per la legalità e per il rispetto delle leggi e giudica la richiesta della Commissione d’inchiesta frutto della confusione che ancora regna sulla vicenda. “Quello che chiediamo – spiega il presidente Politi – è chiarezza. Bisogna sgombrare il campo da tutte le possibili zone d’ombra e chi ha sbagliato deve pagare. Non possiamo più tollerare accuse generalizzate e populiste”. Al di là delle quote, aggiunge, permane un problema di redditività con costi in aumento e prezzi alla stalla non remunerativi. Per questo l’associazione ribadisce l’esigenza di rendere concreto, in brevi tempi, il finanziamento di 45 milioni di euro a favore di coloro che avevano investito per l’acquisto di quote.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.