Quote latte: Coldiretti chiede chiarimento

La Coldiretti chiede alla regione Lombardia di chiarire per quale ragione ha manifestato l’intenzione di revocare la costituzione di parte civile nel processo a carico di 17 allevatori imputati a Milano per una presunta truffa al sistema delle quote latte. ”Dopo l’annunciata ”scelta processuale” da parte della Regione Lombardia di revocare la costituzione di parte civile – spiega in una nota l’organizzazione -, Coldiretti conferma che continuerà con coerenza nella scelta di difendere la legalità e tutti gli allevatori che hanno rispettato le regole. ”Che cosa vuol dire che non c’e’ stato alcun arretramento e che e’ solo una strategia processuale? – chiedono gli agricoltori -. Cambia qualcosa rispetto alle revoche e sanzioni adottate fino a oggi dalla Regione nei confronti delle due cooperative coinvolte nel processo? Si tratta di una diversa scelta politica? E cosa comporta questa strategia rispetto alla difesa della legalita’ e delle regole che Formigoni ha sempre detto di condividere?”- si domanda Nino Andena, presidente della Coldiretti Lombardia. ”A tutela delle migliaia di aziende agricole lombarde che hanno sempre agito nella correttezza e nel rispetto delle leggi vigenti – conclude la nota -, la Coldiretti chiede un chiarimento urgente al presidente Roberto Formigoni per un’interpretazione autentica di una scelta che, secondo la stessa Regione, non vuole essere ”un arretramento o una smentita del comportamento rigoroso fin qui seguito”.

(ANSA)

5 Commenti in “Quote latte: Coldiretti chiede chiarimento”

  • fabio G scritto il 6 maggio 2011 pmvenerdìFridayEurope/Rome 19:04

    forse le carte in tavole sono cambiate e qualcuno ha… PAURA?

  • miro scritto il 8 maggio 2011 pmdomenicaSundayEurope/Rome 18:04

    forse agli “amici”coldiretti è sfuggito il fatto che la corte diCassazione seconda sezione civile in data 28.4.2011 è uscita con sentenza n°9476/11e 9477/11che da uno stop alle multe dando ragione agli allevatori e la spiegazione stà in altre due sentenze:una della corte di cass.sezione civile n°26434/6 e l’altra della corte di giustizia europea del 29.4.99.
    in sintesi ,cosa dicono le sentenze: non è fatto obbligo ma è una facoltà quella del primo acquirente di trattenere il superprelievo e visto che l’oggetto del contendere di cui al processo in corso è proprio la mancata trattenuta da parte delle cooperative coinvolte, succede che agli allevatori non si deve far pagare proprio un bel niente e non esistono tantomeno i danni all’erario e agli enti pubblici come si vuol far credere. Ciao a tutti.

  • Andrea scritto il 9 maggio 2011 amlunedìMondayEurope/Rome 9:33

    Ben detto! Questi criminali Coldiretti, Cia, Confagricoltura, cominciano ad avere paura! Come dice giustamente miro non c’e’ mai stato nessun danno all’erario come si vuol far credere ai cittadini sbandierandolo su tutti i giornali sporcando inutilmente d’inchiostro i giornali!!
    Gente!e mi rivolgo a tutti coloro che non sono del settore e non ci capiscono un tubo, voi cittadini NON AVETE MAI PAGATO 1 EURO DELLE NOSTRE MULTE COME VI VOGLIONO FAR CREDERE!!! IN PRATICA, (E QUI STA IL NOCCIOLO DELLA QUESTIONE CHE DA’ TANTO FASTIDIO AD ALCUNI) L’EUROPA NON VEDENDOSI PAGATE QUESTE MULTE (TRA L’ALTRO ILLEGITTIME VEDI RELAZIONE NAC) COSA FA’..: TRATTIENE IL CORRISPETTIVO DELLE MULTE NON PAGATE DALLA SOMMA DEI SOLDI CHE ANNUALMENTE EROGA ALL’ITALIA COME FONDI PER L’AGRICOLTURA CHE PUNTUALMENTE VANNO NELLE TASCHE DEI SOLITI LADRONI!!!!. QUESTI SI CHE SONO SOLDI PUBBLICI!! SONO SOLDI CHE VOI, NOI CITTADINI PAGHIAMO CON LE TASSE E VANNO POI IN EUROPA PER POI RITORNARE SOTTOFORMA DI CONTRIBUTI! EVIDENTEMENTE AVERE MENO SOLDI DA RUBARE DA’ FASTIDIO A QUALCUNO NON CREDETE??

  • davide scritto il 11 maggio 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:30

    tante parole ma non otteniamo nessun risultato.quelli non hanno paura fidatevi.se ne fregano e noi continuiamo a restare nella m…….

  • davide scritto il 11 maggio 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:32

    e poi la cassazione non da nessuno stop alle multe del superprelievo ma uno stop alle multe che hanno inflitto ai primi acquirenti x la mancata trattenuta.non illudetevi.questa è un altra sentenza TOTALMENTE INUTILE.saluti

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.