Quote latte: Corte dei Conti, la mala gestione è costata 4,4 miliardi

La Corte dei Conti punta il dito contro amministrazione centrale ed enti locali per la cattiva gestione della vicenda quote latte. Incoerenze, ritardi e confusione avrebbero provocato fino ad oggi, affermano i giudici contabili in un’indagine anticipata dall’ANSA, un esborso dell’Italia nei confronti della Ue di oltre 4,4 miliardi di euro. “Assenza di volontà politica, carenza dei controlli hanno condotto, in un intreccio di responsabilità a vari livelli, a un livello di criticità notevole”.La legislazione italiana sulle quote latte, dice ancora la Corte dei Conti, “oltre ad essere incompatibile con la normativa Ue, è risultata complessa, frammentaria e contraddittoria, con un modo di procedere che consente di mantenere sommerso un debito a carico del bilancio statale, a meno che non vengano intraprese forti e decise iniziative di recupero presso i produttori eccedenti”. Questo perché nel corso degli anni, “é risultata costante l’interpretazione delle ambigue disposizioni vigenti da parte dell’amministrazione e degli organi consultivi dello Stato a vantaggio dei produttori eccedentari” che hanno riguardato, tra gli altri, competenze territoriali, retroattività delle attribuzioni di quote, le illegittime deroghe nazionali alla norme europee, criteri di determinazione degli interressi per ritardato pagamento, notifica dei risultati delle compensazioni e il calcolo delle produzioni. La magistratura contabile fa riferimento all’indagine dell’Arma dei Carabinieri dell’aprile 2010 che ha messo in discussione i dati sul quantitativo di latte prodotto, “rallentando ulteriormente i pagamenti”. Insomma “una legge che ha previsto disposizioni di particolare favore nei confronti degli allevatori eccedentari” i quali ora non avrebbero più scappatoie. Da qui il monito della Corte secondo cui “é necessaria una chiara inversione di rotta di chi ha accompagnato, asseverato e fornito nuova linfa alle aspettative dei produttori eccedentari”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.