Quote latte: Granarolo, con fine regime rischio per allevatori

bovini latte 1“L’Italia, corre il rischio, con la fine del regime delle quote latte, di vedere distrutto un patrimonio allevatoriale e di trasformazione della materia prima italiana con l’aumento di importazioni di materia prima da altri Paesi”. A dirlo Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo, secondo cui “il Paese deve produrre adeguate soluzioni per valorizzare il proprio latte e la sostenibilità del proprio comparto lattiero caseario”. Per Calzolari il piano del Ministro Martina va nella giusta direzione. Granarolo ha ricordato che l’Isa, l’Istituto per lo Sviluppo Agroalimentare, entrerà nel capitale sociale di Granarolo International: “un riconoscimento importante al nostro ruolo a sostegno dell’internazionalizzazione del made in Italy”. Il presidente ha spiegato che negli ultimi 6 anni la coop bolognese ha investito quasi 300 milioni di euro (tra cui 180 milioni in stabilimenti e 100 in acquisizioni) “senza un euro di contribuzione pubblica”. In quest’ottica di valorizzazione della filiera italiana si colloca anche l’operazione per l’entrata nel capitale della Centrale del Latte di Brescia. Infine, nel segno dell’innovazione italiana, Granarolo lancerà a giugno il Fresco Digeribile Granarolo, un nuovo latte fresco, con solo l’1% di grassi e ridotto contenuto di lattosio. “Un prodotto che oggi non c’è sul mercato e che risponde a un bisogno molto sentito dai consumatori, un latte fresco a basso contenuto di grassi e lattosio”. (ANSA)

Un Commento in “Quote latte: Granarolo, con fine regime rischio per allevatori”

Trackbacks

  1. Quote latte: Granarolo, con fine regime rischio per allevatori - AllNews24

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.