Quote latte: la replica di Agea sulle vacche sopra 10 anni, “sono 53 mila”


Le vacche da latte con eta’ superiore a 10 anni presenti negli allevamenti che hanno effettuato consegne di latte nel primo semestre del periodo 2010-2011 sono 53.197 – e non 300.000, come e’ accaduto di leggere – delle quali, peraltro, oltre 40.000 sono comprese tra i 10 ed i 13 anni”. E’ questo uno dei passaggi della lettera congiunta che il presidente di Agea, Dario Fruscio, e il Commissario di governo per le quote latte, Paolo Gulinelli, hanno inviato ai presidenti, agli assessori all’Agricoltura e agli assessori alla Sanita’ di tutte le Regioni e delle Province Autonome. La lettera – informa una nota Agea – fa seguito alle notizie, apparse ultimamente su alcuni organi di stampa, circa la presunta incompatibilita’ del numero delle vacche da latte presenti nelle stalle e la produzione lattiera nazionale. Argomentazioni, queste ultime – prosegue la nota – riprese anche da una delegazione di produttori di latte ricevuti nella sede di Agea il 7 aprile scorso, allo scopo di mettere in discussione la legittimita’ delle multe applicate alle aziende italiane per gli esuberi produttivi e giustificare cosi’ una richiesta di ulteriore sospensione dei pagamenti dovuti. Rispetto al passato il tema prevalente – si ricorda nella lettera – non e’ piu’ dunque l’adeguatezza della quota nazionale, bensi’ l’effettivita’ della produzione di latte. A tal proposito negli ultimi 8 anni la produzione nazionale dichiarata, e riscontrata attraverso le fatture, e’ risultata stabilmente attestata intorno agli 11 milioni di tonnellate (consegne alle latteria e vendite dirette), con una oscillazione percentuale intorno al 4%. ”Per tentare di vanificare l’attendibilita’ delle multe per i periodi pregressi – scrivono Fruscio e Gulinelli -, agli interessati non resta altro mezzo che gettare dubbi sull’origine e sulla quantita’ del latte commercializzato in Italia, senza considerare le gravi conseguenze che tali incertezze potrebbero provocare nei consumatori, con immediati riflessi sul prezzo del latte e dei suoi derivati”. (ANSA).

14 Commenti in “Quote latte: la replica di Agea sulle vacche sopra 10 anni, “sono 53 mila””

  • fabio G scritto il 15 aprile 2011 amvenerdìFridayEurope/Rome 11:52

    MA CHI PENSATE DI PRENDERE PER IL SEDERE??? AL 30 SETTEMBBRE 2010 IN PIENO PERIODO DI INTERROGATORI IN AGEA E’ OVVIO CHE I NUMERI SONO ANDATI (QUASI) APPOSTO! INFATTI DA DUE ANNI A QUESTA PARTE, GUARDA CASO, LA PRODUZIONE NAZIONALE NON HA SUPERATO IL QUANTITATIVO GLOBALE GARANTITO! (MA COME MAI???)
    PECCATO CHE I CARABINIERI SIANO ANDATI A PRENDERE I DATI DAL 95 AL 2009 PER FARE LE INDAGINI!!!

    BUFFONIIIIIIII!!!

  • davide scritto il 15 aprile 2011 pmvenerdìFridayEurope/Rome 12:15

    l importante e che i nac non ci mollino altrimenti siamo fregati….ma non credo stavolta l abbiano vinta.ci sono i carabinieri,le procure e la polizia giudiziaria dalla nostra parte

  • Andrea scritto il 20 aprile 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 10:04

    Sento da lontano il rumore del camion o meglio bilico di sabbia che come sempre in questi casi di schifosa mafia agricola sta arrivando veloce veloce…
    VIGLIACCHI MALEDETTI, BUFFONI E PAGLIACCI!!! chi credete di prendere per il culo!!!
    Come sempre siamo alle solite i veri criminali AGEA ,COLDIRETTI, CONFAGRICOLTURA,CIAA I VERI RESPONSABILI DI TUTTO STANNO CERCANDO ANCORA DI NEGARE TUTTO CERCANDO DINUOVO DI SCREDITARCI AGLI OCCHI DEI CITTADINI FACENDO PASSARE NOI PER I DELINQUENTI!!!
    MI FATE SCHIFO VIGLIACCHI. SONO STUFO DI SENTIRMI DARE DEL CRIMINALE!!! SONO 15 ANNI CHE ME LO SENTO DIRE COSI’ COME SE LO SENTONO DIRE I MIEI COLLEGHI!!!

    RIESCONO A METTERE IN DUBBIO PERSINO L’OPERATO DEI CARABINIERI!!!

    RICORDATEVI UNA COSA: LE CATTIVERIE SONO COME L’ELASTICO;PRIMA O POI TI RITORNANO INDIETRO!!!
    LA GALERA O MEGLIO LA PENA DI MORTE CI VUOLE PER QUESTI CRIMINALI CHE HANNO ROVINATO UN SETTORE IMPORTANTISSIMO PER LA NOSTRA ECONOMIA E IL FUTURO DI NOI POCHI GIOVANI RIMASTI IN AGRICOLTURA

  • davide scritto il 20 aprile 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:39

    io non sono mai stato così tranquillo.su agricolturaonweb di ieri ce un articolo moooolto interessante.la Polizia giudiziaria ha concluso quello che noi sosteniamo da anni.volevano il documento ufficiale?ora ce l hanno…..indiscutibile,vero e acclarato….buona fortuna ad agea e agli altri mafiosi perchè quel bilico pieno di sabbia si rovescerà proprio sulle loro teste di cazzo…..

  • fabio G scritto il 21 aprile 2011 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 13:57

    ottima la sentenza del tar della puglia!

  • miro scritto il 21 aprile 2011 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 16:14

    ben detto fabio,ben detto;fnalmente una sentenza che mette in discussione le normative interne sulle quote latte,normative che vanno in contrasto con quelle comunitarie e quindi nulle(da quanto tempo lo stavamo dicendo!?). Questa sentenza che si può leggere su agrapress.it sezione documenti, finalmente fà giustizia.
    Non sò se avete notato,nessuna reazione da parte dei veri truffatori,tutto avvolto in un assordante silenzio.
    Paura di affrontare la verita???

  • davide scritto il 21 aprile 2011 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 16:50

    se non si risolve con la politica quel ricorso sapete che fine fa?lascio a voi immaginare

  • fabio G scritto il 22 aprile 2011 amvenerdìFridayEurope/Rome 7:05

    già, però abbiamo anche visto che senza nessuna carta bollata a nostro favore, nessuno in politica muove un dito per difenderti…

  • davide scritto il 22 aprile 2011 amvenerdìFridayEurope/Rome 10:32

    perchè non vogliono. altrimenti con l indagine potrebbero già fermare tutto.piemonte,annata 2007/08 con cartella esattoriale pendente,facendo il ricorso al tar piemonte e stato accolto pienamente annullando multa,cartella e ipoteche.sai cosa è successo?che la ex giunta Bresso ha fatto un bel ricorso in appello al consiglio di stato,vincendolo e quindi annullando la sentenza del tar!!!quindi quel ricorso della puglia non serve a un tubo x risolvere la questione.a niente

  • andrea scritto il 22 giugno 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:45

    C’e’ qualcuno che sa’ qualcosa su come stanno procedendo le indagini sulle truffe delle quote latte? E sapete dirmi cosa fara’ il governo dopo la scadenza del milleproroghe del 30 giugno? Grazie in anticipo!!

  • fabiog scritto il 23 giugno 2011 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 18:20

    le indagini vanno avanti a ritmo di lumaca, ma vanno nella direzione giusta, vedì l’articolo comparso su “il velino.it” nella sezione agroalimentare qualche giorno fa, parla dei commissariamenti vari… in merito alla scadenza del 30/6 non farti nessun problema, nessuno deve pagare! sono convinto che la proroga arrivi a metà luglio, in ritardo come sempre ovviamente, nella speranza che qualcuno abbocchi…

  • davide scritto il 24 giugno 2011 pmvenerdìFridayEurope/Rome 12:56

    oggi,su “il sole24 ore” un articolo riporta la notizia del commissariamento di agea!!!!!!!!Fruscio è fuori!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • andrea scritto il 27 giugno 2011 amlunedìMondayEurope/Rome 9:25

    Grazie per la risposta! Speriamo che la verita’ venga finalmente a galla e che le indagini si concludano presto… non si puo’ piu’ andare avanti cosi’ con questa spada di Damocle che ci pende sulla testa da parecchio tempo ormai!! Spero che ne parlino molto in televisione di questa mega truffa tutti devono sapere la verita’!! Ma credo che sara’ moooolto difficile, interessano piu’ altre cazzate!! E poi meno il popolo sa’ meno si incazza!!. Teniamoci informati!! Grazie ancora!!

  • marco scritto il 27 giugno 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 13:51

    dobbiamo veramente fare un monumento hai carabinieri del nac che ce la stanno mettendo tutta per aiutarci a spaccare il muro di sti quattro ladri che per anni ci hanno tenuto per le p… e ci hanno fatto vivere una vita d inferno,purtroppo la vedo ancora lunga ma non gli daro’ mai la soddisfazione di rateizzare niente qui devono pagare i danni a tutto il settore..

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.