Quote latte: nuovo richiamo del ministro Catania ai produttori

bovini latte 2
Nuovo e forte appello, da Bruxelles, del ministro per le politiche agricole Mario Catania a tutti i produttori di latte, affinché “non superino la propria quota individuale di produzione: è fondamentale evitare – ha detto all’Ansa – l’applicazione delle sanzioni, siamo ancora in tempo per farlo se i produttori fanno una correzione nei volumi di produzione in questo finale di campagna. Sappiano che probabilmente non ci saranno possibilità di compensazioni con produttori rimasti sotto quota”. Per quanto riguarda le indagine della magistratura non faccio commenti – ha detto Catania – ma ricordo “che non siamo all’anno zero. Ci sono già almeno due sentenze a Milano e in Piemonte che hanno ben messo in luce il meccanismo di evasione del prelievo preordinato da alcuni operatori del settore. Mi auguro, e sono sicuro che sarà così, che la procura di Milano continui questa opera di accertamento nei prossimi mesi”. Quanto ai produttori che ancora sono in pendenza sul pagamento delle multe “sono circa un migliaio e per loro c’é ancora la possibilità, se loro lo vogliono, di trovare una soluzione per inserirsi in una rateizzazione”. Infine, sul fronte europeo – ha spiegato Catania – “non ci sono ancora sviluppi” sulla procedura d’indagine aperta lo scorso anno dalla Commissione europea nei confronti dell’Italia, in relazione alla proroga di sei mesi del pagamento della rata delle multe sul latte, che erano in scadenza al 31 dicembre 2010. “La Commissione sta riflettendo, sulle risposta che gli abbiamo dato non ha fatto più sapere nulla al riguardo”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.