Quote latte, prorogate le attività del Commissario straordinario

La bozza al decreto milleproroghe prevede la proroga fino al 31 dicembre 2011 delle attivita’ del Commissario Straordinario delle Quote Latte istituito dalla legge 33 del 9 aprile 2009, le cui funzioni scadevano al 31 dicembre 2010. Nella relazione tecnica si legge che la proroga ”risulta irrinunciabile” in considerazione del fatto che sono stati prorogati al 31 dicembre 2010 i termini per i pagamenti della prima rata delle multe prevista dai piani di rateizzazione concessi a chi ha aderito alla sanatoria. Sempre al 31 dicembre 2010 sono anche stati prorogati i termini per presentare la domanda di rateizzazione e aderire alla sanatoria per chi ancora non l’ha fatto. Di conseguenza anche nel 2011, ”il commissario dovra’ provedere agli adempimenti a suo carico in materia di accettazione delle domande di rateizzazione e di revoca delle quote aggiuntive, assegnate in base alla legge 33/2009, ai produttori oggetto di intimidazione di pagamento che non abbiamo aderito ai piani di rateizzazione. E’ inoltre, in carico al Commissario straordinario anche la gestione dei contenziosi amministrativi connessi ai provvedimenti adottati”. Sempre in materia agricola, la bozza del milleproroghe allunga a tutto 2011 il riordino dell’Eipli, l’ ente per lo sviluppo, l’irrigazione e la trasformazione fondiaria in Puglia, Lucania e Irpinia, considerato uno degli ”enti inutili”. Il relativo onere finanziario, quantificato in 272.000 euro, ”viene coperto mediante parziale utilizzo delle residue disponibilita’ del Fondo per lo sviluppo della meccanizzazione in agricoltura”. Infine secondo la bozza, il decreto milleproroghe, proroga anche il programma nazionale della pesca e dell’acquacoltura. (ANSA).

22 Commenti in “Quote latte, prorogate le attività del Commissario straordinario”

  • miro scritto il 23 dicembre 2010 amgiovedìThursdayEurope/Rome 11:09

    ma come?? non più tardi di 2 giorni fà veniva detto,in sede di assemblea CIA,che nel corso del 2010 hanno chiuso
    i battenti 21.000 aziende agricole e che i costi per le imprese agricole continuano ad avere una dinamica congiunturale in crescita contro prezzi dei prodotti agricoli praticamente fermi su valori di decenni fà mettendo a serio rischio di sopravvivenza le imprese rimanenti sul mercato e quì, si parla ancora di sanzioni,multe e quantaltro a carico di un qualche migliaio di imprese agricole pur sapendo perfettamente che dette imprese,non sono assolutamente nin grado di pagare un bel niente,pur sapendo perfettamente che se si continua con questa politica chiuderanno altre migliaia di imprese!!!!! MA FATEMI IL PIACERE!!!!! Cerchiamo di essere seri una volta tanto!! Il fatto che rende la cosa ancor più grave,ridicola, incredibile e che ormai hanno capito pure i polli, è che tutta la vicenda di cui sopra, è basata su una gigantesca TRUFFA a carico di chi onestamente da sempre svolge il proprio lavoro per il bene della propria famiglia e del proprio paese. Un augurio a tutti per un Natale che porti
    luce nelle menti.

  • davide scritto il 23 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 16:53

    concordo miro….pienamente…..ma il coraggio di farci pagare le multe non ce l avevano,non ce l hanno e non ce l avranno mai!!!!e il perche lo sanno tutti….perche le aziende che producono latte una volta chiuse non riaprono piu!!!!e poi per cosa?????multe inesistenti????dai vedremo fra qualche mese cosa succedera…..tanti sono dalla nostra parte non dimentichiamocelo!!!!BUONE FESTE A TUTTI

  • marco scritto il 23 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 17:02

    hai proprio ragione.il problema e che continuiamo a dircelo solo tra di noi.ieri nella nostra azienda,io sono di torino,sono venuti degli ispettori della provincia per conto di AGEA a fare un controllo in corso di campagna..per carita’e giustissimo fare controlli pero’ mi chiedo se io ,lo sanno vado fuori quota ormai da decenni,che cosa potro’ mai avere da nascondere?non lo so. Il (caso)li ha fatti venire da noi .con tutti i casini che hanno fatto questi controlli mi sembrano veramente ridicoli…..ci vuole un genio a capire le mega anomalie di questo sistema corrotto e malato,so solo che tutta la nostra famiglia ne ha veramente le palle piene perchè abbiamo perso un casino di soldi per colpi di questi delinquenti e adesso leggo che vogliono tenere Gulinelli ancora un anno,,il piu’ ladro di tutti.non capisco il perchè Zaia abbia messo un tipo cosi’ come comissario sulle quote,ma forse non poteva fare di piu’ cia buon natale…………….e mi auguro che nel mille proroghe infilino qualcosa anche per noi FORZA LEGA

  • davide scritto il 23 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 19:45

    un cobas piemontese come me….quel che hai detto e vero.gulinelli e uno che li non ci dovrebbe stare…pure indagato dai cc del mipaf…uno schifo totale!!!!ma purtroppo marco non siamo noi che decidiamo certe cose e anche se tutti noi abbiamo le palle piene di buttare soldi e lavorare da schifo a causa di questo problema DOBBIAMO ESSERE UNITI E TENERE DURO!!!!!questa truffa finirà….sii ottimista!!!!buon natale

  • Luca scritto il 30 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 12:00

    Sono un cobas veneto o aderito alla rateizzazione ora e’ arrivata la prima rata con scadenza al 31 12 2010 che devo fare? nemmeno io non so prendere una decisione

  • davide scritto il 30 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 17:21

    Ciao luca,questo non so dirtelo.io non ho aderito e mai lo farò perche l avvocato diceva che una volta firmata sono cavoli amari e non ti puoi piu difendere perche firmando hai riconosciuto e acettato il debito che hai con agea…..e hai rinunciato a tutti i contenziosi…..informati da chi e di competenza…….e speriamo che si risolvi in fretta per tutti

  • Fabio G scritto il 30 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 18:32

    assolutamente non la devi pagare! davide ha ragione a dire che i cavoli sono abbastanza amari ma non intimidirti, prima che arrivi la cartella esattoriale passeranno ancora dei mesi e prima di un eventuale pignoramento parecchi altri mesi, si è sempre in tempo a pagare! nel frattempo mi auguro tu abbia fatto ricorso alla rateizzazione, si vedrà cosa dicono i giudici, qualcosa di molto grosso sta bolllendo in pentola, a breve verrà fuori; rendiamo cara la nostra pelle, non pagare è il modo più forte che abbiamo per difenderci!
    senti comunque anche l’avvocato per tutte le azioni possibili
    ciao

  • davide scritto il 30 dicembre 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 19:47

    so che si ha tempo per pagare la prima rata fino al 30 giugno 2010….e per aderire che si ha tempo solo fino al 31 dicembre 2010….giusto fabio g?con il mio commento precedente non volevo spaventare luca e tantomeno dirgli di correre a pagare….continuo a dire TENIAMO DURO RAGAZZI!!!!!

  • miro scritto il 31 dicembre 2010 pmvenerdìFridayEurope/Rome 15:38

    caro Luca, hanno ragione Fabio e Davide, FERMA TUTTO ,per il momento non pagare niente
    ci sono in ballo situazioni nuove che scenderanno in campo dalla settimana prossima come una probabile proroga del tutto di un qualche mese. Ricordiamoci tutti che nel nostro paese
    nel corso del 2010 hanno già chiuso i battenti 25.000 imprese agricole, 3.000 sono quelle da latte. Sarebbe demenziale se si continuasse con questa politica masochista sapendo perfettamente che la nostra situazione è fondata su bugie,truffe,ambiguità e raggiri vari per speculare su contributi comunitari .
    Aspetta a pagare. Buon anno a tutti Miro.

  • davide scritto il 17 gennaio 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 19:39

    miro,x ora però non e successo niente…inizio a preoccuparmi seriamente.l associazione e l avvocato non hanno buone prospettive!!!!

  • marco scritto il 18 gennaio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 17:05

    qui tutti siamo preoccupati,io penso che ne questo governo ne se ne verra’ un altro abbia intenzione di farci pagare le multe…tanto loro hanno solo l interesse che si vada avanti con questo casino cosi’ tutti hanno da guadagnarci e possono fare i loro porci comodi mentre gli allevatori se lo prendono nel di diietro come sempre. il problema e che continueremo a pardere soldi dietro le noste mille cause ma ho paura che i soldi persi siano irrecuperabili come le pac.ciao

  • miro scritto il 21 gennaio 2011 pmvenerdìFridayEurope/Rome 17:54

    calmi ragazzi! portiamo pazienza ancora qualche settimana; le ultime notizie possono essere sintetizzate così:- PAC, sono ormai decine le sentenze che riprendendo quelle che sono le normative sia nazionali che comunitarie,danno ragione ai ricorrenti e di questo ne stanno prendendo coscenza anche le amministrazioni che volenti o nolenti sono costrette a liquidare
    le somme spettanti agli agricoltori(la PAC è un’integrazione al reddito dell’impresa agricola e quindi
    inpignorabile o meglio, come ebbe a dire un componente la commissione Europea “LA PAC E’ SACRA).

    -La situazione multe e rateizzazione per il momento E’ TUTTA CONGELATA. – Anche quest’anno, vista la mancata produzione lattiera che vedrà le consegne attestarsi attorno ai 105mil.di quintali, vi sarà la completa compensazione; quindi prima di buttare innutilmente soldi in affitto di quote, fermarsi un attimo. Comunque per meglio essere aggiornati e tutelati, rivolgersi all’APL della Pianura Padana Treviglio (bg).
    Restiamo calmi ragazzi ma sopratutto restiamo uniti. Ciao a tutti Miro.

  • davide scritto il 21 gennaio 2011 pmvenerdìFridayEurope/Rome 19:54

    e quel caz.o di ministro oggi cosa dice?che seppure con dispiacere sono arrivate ingiuzioni di pagamento e gli irregolari,finalmente grazie a lui,hanno iniziato a pagare!!!!!ma puo un ministro dell agricoltura essere cosi ignorante e bacato?????sono senza parole

  • Fabio G scritto il 22 gennaio 2011 pmsabatoSaturdayEurope/Rome 19:25

    “uomini e donne che per anni sono stati ingannati” (sue parole)
    ma è comunque giusto che paghino?!?
    balloniere di uno! vorrei che agea pubblicasse i dati di chi ha fisicamente effettuato il pagamento!

  • miro scritto il 23 gennaio 2011 pmdomenicaSundayEurope/Rome 20:59

    alcune news fresche fresche: – FAO ; nel 2020 non vi sarà più cibo per tutti , la produzione cerealicole è in costante calo (di cibo per tutti non ve nè nemmeno ora)

    CIA (confederazione agricoltori); negli ultimi dieci anni hanno chiuso i battenti in Italia ben
    450mila imprese agricole una media di quasi 10mila l’anno e le prospettive non sono rosee in quanto solo 120mila aziende nel nostro paese possono vantare di essere condotte da un over 35.Non c’è piu ricambio generazzionale.
    E QUESTI QUA’ PARLANO ANCORA DI MULTE!!!!
    ma fatemi il piacere!!!!!

  • davide scritto il 24 gennaio 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 20:04

    caro miro sai quanto gli frega a loro di mandarci con il culo x terra?assolutamente niente perche di fame loro(i politici e compagnia bella) non moriranno mai!!!!

  • marco scritto il 21 febbraio 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 17:08

    ciao ragazzi,oggi a noi e’ arrivata la lettera di gulinelli che dice che dato che non abbiamo ne rateizato ne pagato le multe ci tolgono le quote gia’ per questa campagna,voi ne sapete qualcosa?so che Rainieri e’ caduto giu’ dalle nuvole……li ognono fa come vuole basta che ci diano contro ciao

  • davide scritto il 22 febbraio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 17:20

    marco a me e gia arrivata vanerdi.e se le tolgono gia di quest anno sono ceci perche rischiamo fortemente di perdere altri soldi………

  • miro scritto il 22 febbraio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 18:21

    calmi ragazzi,forse ci siamo; mi giunge notizia da fonti ben accreditate, che è stato posto il segreto di stato su un documento molto ma molto interessante.
    Gli antefatti sono questi: il governo dovendo chiarire la situazione quote a Bruxselles(vi ricordate le 10 settimane di tempo date da Ciolas), ha richisto documentazione alle 62 procure della Repubblica che a seguito dell’indagine dei Carabiniri del mipaf,stanno indagando sulla questione, ebbene; alcune procure hanno prontamente mandato documentazione ed il documento che ne è scaturito è stato sottoposto immediatamente a segreto di stato. Come mai ? Cosa conterrà mai di così “misterioso ed impronunciabile”questo benedetto documento? Vuoi vedere che finalmente saltano fuori gli altarini!! Comunque sarebbe bene che le istituzion,i a questo punto, chiarissero una volta per tutte la situazione e noi ora, dobbiamo insistere in tutti i modi a che il documento venga reso pubblico nell’interesse di tutti. DIVULGHIAMO LA NOTIZIA; DIVULGHIAMO;PARLIAMONE CON TUTTI a che la cosa emerga. ciao a tutti Miro..

  • Fabio G scritto il 22 febbraio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 18:49

    OTTIMA NOTIZIA, SE E’ STATO POSTO IL SEGRETO DI STATO, PERCHE’ NON CE LO ANDIAMO A PRENDERE DIRETTAMENTE DA BRUXELLES?

  • miro scritto il 22 febbraio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 19:00

    In questi giorni le proveremo tutte, comunque per ora divulghiamo la notizia il più possibile.

  • davide scritto il 22 febbraio 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 20:11

    speriamo in bene!!!domani,alle 14,a savigliano in provincia di cuneo,c e
    l.on. robusti che tiene una discussione.penso che si esprima anche sul problema quote.se qualcuno e della zona e ha tempo venga a sentire,e se ho qualche novità non esiterò a scriverla qui…..forza ragazzi che ne dobbiamo uscire da questo schifo!!!!!!!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.