Resta alta in Europa la domanda di macchine per lavorazioni agricole

Le vendite di macchine e attrezzature per i lavori agricoli continuano a crescere in Europa. Dopo l’incremento del 35% registrato nel corso del 2011, i costruttori europei di mezzi per la lavorazione del terreno, la semina, l’irrorazione e la protezione delle piante registrano una ulteriore crescita degli ordini nei primi mesi 2012.
I dati sono stati diffusi nel corso dell’assemblea annuale dei costruttori CEMA, svoltasi quest’anno in Italia presso la Maschio Gaspardo (Padova) lo scorso febbraio, e sono stati commentati positivamente da rappresentanti delle organizzazioni di costruttori dei Paesi europei, che prevedono nel corso del 2012 aumenti intorno al 5% nei Paesi dell’Europa occidentale e addirittura aumenti a due cifre nei Paesi dell’area orientale.
I componenti del Gruppo delle attrezzature per la protezione delle piante, presieduto da Dirk Hollinderbäumer, riferiscono di una sempre maggiore richiesta di mezzi che consentano una più ampia superficie di lavoro ed una velocità più elevata. “Un altro argomento di grande interesse è quello della completa pulizia del serbatoio delle irroratrici – ha dichiarato Hollinderbäumer e il livello di equipaggiamento di queste macchine è diventato sempre più sofisticato, mentre il controllo tecnologico delle stesse con GPS si sta diffondendo anche nei mercati dell’Europa orientale. l’Est.
Il controllo elettronico è una delle più importanti tendenze anche per il segmento produttivo delle macchine per la semina e la fertilizzazione. In considerazione dell’aumento dei prezzi dei fertilizzanti – è stato spiegato nel corso del meeting – molti agricoltori e contoterzisti europei scelgono irroratrici dotate di un sistema di pesatura. Tendenze chiare anche per il settore della semina: la coltivazione della barbabietola da zucchero ha comportato una forte crescita nel mercato delle seminatrici di precisione in alcuni paesi come Germania e Russia, e la progressiva affermazione della lavorazione minima del terreno in Europa ha spinto anch’essa il mercato di questa tipologia di macchine. “In più si registra – ha rilevato il Presidente del Gruppo merceologico irroratrici e seminatrici normali e di precisione Jochen Samulowitz – una maggiore domanda di dispositivi combinati per la semina”.
Nel campo delle macchine per la lavorazione del terreno di registra una vasta gamma di prodotti per ogni esigenza: da una parte ci sono, ove le condizioni del tempo e del suolo lo consentono, le tecniche che escludono l’uso dell’aratro, d’altra parte sono sempre molto diffuse le tecniche di lavorazione con aratri, come confermato dalle vendite di queste tipologie di attrezzi, cresciute del 38% in Europa nell’ultimo anno. In aggiunta alle condizioni del terreno, i costi, le rese realizzabili e la resistenza delle colture alle malattie giocano certamente un ruolo importante nello sviluppo della meccanizzazione per la lavorazione del terreno.
Nel corso del meeting Cema si è dedicata attenzione anche al metodo della coltivazione “a striscia”, che sembra offrire un compromesso valido, a riprova del fatto che: “le varianti tecnologiche nel mercato mondiale crescono per rispondere ai diversi bisogni regionali”, come ha detto Rolf Schneider, presidente del Gruppo “attrezzature per la lavorazione del terreno”:
I gruppi merceologici CEMA riuniscono i principali produttori europei di macchine agricole. L’obiettivo principale del Comitato è quello di fare delle valutazioni complessive di mercato sulla base delle statistiche di vendita di ogni paese. Attualmente, costruttori di 9 paesi europei sono membri dei gruppi merceologici CEMA. Il requisito necessario per far parte del CEMA è quello di essere iscritto alle associazioni nazionali di settore che aderiscono al Comitato.

Per altre informazioni visitare il sito www.cema-agri.org.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.