Revoca assessore ambiente ER: Coldiretti, Piano Rifiuti solo punta iceberg

coldiretti-tonello-300x225Il piano regionale dei rifiuti è solo la punta dell’iceberg che ha portato il governatore della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, a sollevare dall’incarico l’assessore regionale all’Ambiente, Sabrina Freda. E’ quanto afferma Coldiretti Emilia Romagna, sottolineando che i problemi insorti con la gestione dell’ex assessore non erano tanto di merito, quanto di metodo.
“Nella gestione della cosa pubblica – afferma il presidente regionale di Coldiretti, Mauro Tonello – si può anche non essere d’accordo sul contenuto dei provvedimenti da adottare, ma un amministratore serio, orientato al bene dei cittadini e al buon governo, deve essere capace di ascoltare e confrontarsi preventivamente con le parti sociali. Purtroppo con l’assessore Freda, il confronto è avvenuto quasi esclusivamente a decisioni già prese. L’incapacità di dialogo a volte ha riguardato anche le altre istituzioni e la sua stessa maggioranza di governo”.
A titolo di esempio Coldiretti ricorda che l’ex assessore ha ignorato leggi nazionali e regionali e saltato il confronto con governi regionali e nazionali, appellandosi direttamente alla Commissione europea per impedire che tornassero alla produzione agricola terreni che all’inizio degli anni Novanta del secolo scorso erano stati messi a riposo su finanziamento dell’Unione europea e che, secondo i contratti stabiliti tra agricoltori e istituzioni europee, nazionali e regionali, dovevano tornare all’agricoltura allo scadere dei vent’anni.
“Per fortuna la Commissione europea ha confermato la necessità di rispettare gli impegni sottoscritti con gli agricoltori – ricorda Mauro Tonello – diversamente ci sarebbe stato un vero e proprio scippo di terreni ai legittimi proprietari. Purtroppo non è l’unico caso in cui gli imprenditori agricoli, che gestiscono il territorio in situazioni anche difficili, hanno dovuto fare i conti con il furore massimalista dell’ex assessore, che in alcuni casi sembrava prevenuta verso l’agricoltura”.
“Esprimiamo quindi apprezzamento per la decisione di Errani, che noi avevamo da tempo sollecitato, e condividiamo la scelta di assumere l’interim dell’assessorato Ambiente – commenta Tonello – e ci auguriamo che voglia al più presto mettere mano ad argomenti rimasti in sospeso o che sono stati affrontati con vincoli che lasciano alle imprese agricole solo la possibilità di chiudere le aziende. Ci riferiamo in particolare alla revisione del piano nitrati, che è stato basato su dati non attendibili e parziali, che prendono di mira solo l’attività agricola, al piano delle energie rinnovabili, per l’attuazione del quale l’assessore Freda aveva posto norme in contrasto con gli obiettivi stessi del piano, con vincoli che non hanno nessun riscontro in altre regioni confinanti, e alle norme che regolano le aree protette dei Sic (siti di interesse comunitario) e le Zps (zone di protezione speciale) su cui c’è stato solo un confronto a decisioni già prese dell’assessorato. Sul contenuto delle normative – insiste il presidente Coldiretti – possiamo anche essere in disaccordo, ma l’unica strada possibile di un buon governo è quella del confronto tra amministratori e rappresentanti delle parti sociali, come gli amministratori di questa Regione hanno sempre dimostrato di saper fare”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.