Riccione: sapori e colori d’autunno

Il fascino del foliage in un entroterra ricco di appuntamenti e pacchetti costruiti a misura di buongustai, sportivi e famiglie.Anche in autunno a Riccione ce n’è per tutti gusti. Gusti tradizionali, gusti innovativi, ma soprattutto gusti buoni. La cucina romagnola è rinomata nel mondo e Riccione è in grado di offrirne uno squisito esempio combinando in maniera unica i sapori della costa con quelli dell’entroterra.Complici i 90 ristoranti e i 25 tra bar-caffetterie, pub, enoteche e birrerie, Riccione riesce a stuzzicare tutti i palati unendo all’aspetto enogastronomico, quello naturalistico che, acquisiti nuovi colori e sfumature autunnali, continua ad affascinare chi sceglie di soggiornare nella Perla Verde.Per chi predilige la cucina tradizionale, ecco le tagliatelle, gli strozzapreti, i passatelli e i tortellini. La ricetta della pasta all’uovo viene tramandata di generazione in generazione insieme all’amore per la tavola, ingrediente fondamentale dell’ospitalità romagnola, insieme a un buon mattarello. Per coloro che, invece, si vogliono far suggestionare dalla cucina internazionale e più innovativa, si possono trovare accostamenti inattesi, dal sushi accompagnato con la piadina a creazioni speciali come la piadipizza, un interessante incrocio tra una piada e una pizza. Non temano gli amanti del buon vino, pronte ad essere degustate le cinque varietà di vitigni del territorio: l’Albana, la Cagnina, il Pagadebit, il Sangiovese e il Trebbiano.
Ad una proposta culinaria tanto vasta e gustosa si aggiungono alcune iniziative e sagre che certificano la genuinità delle materie prime utilizzate nella cucina riccionese a chilometro zero. L’autunno è il periodo enogastronomico per eccellenza, come dimostrano i diversi appuntamenti dedicati “ai sapori” di questa terra. GHIOTTE OCCASIONI CHE PERMETTONO – FACENDO BASE A RICCIONE – DI SCOPRIRE UN ENTROTERRA RICCO DI SUGGESTIONI:
Fiera Nazionale del Tartufo Bianco. Tutte le domeniche di ottobre a Sant’Agata Feltria, la fiera dedicata agli amanti di questo alimento pregiatissimo che, alle classiche degustazioni, unisce tanti spettacoli per le vie del centro.
Fossa Tartufo e Cerere. Il 21 e il 28 novembre Mondaino, si trasforma in una mostra mercato dedicata al tartufo bianco delle colline riminesi e al formaggio di fossa in occasione della festa della “sfiossatura”. Altro ospite del paese sarà il mercato dell’artigianato artistico, capace di racchiudere tutto il folklore locale.
Fiera del formaggio di Fossa. Il 13 e il 14 e il 20 e il 21 novembre, a Talamello si tiene la XXV edizione della festa dedicata a questo delizioso formaggio stagionato nelle fosse scavate nella roccia arenaria. Una prelibatezza unica, definita dal poeta Tonino Guerra come “l’ambra di Talamello”, per via dello straordinario colore che assumono le arenarie alla riapertura delle fosse.
La Sagra della Castagna, tutte le domeniche di ottobre, fa da sfondo all’incantevole Castello di Montefiore Conca. Un valido motivo per conoscere l’entroterra riccionese che, oltre a Montefiore, comprende anche Montescudo, Gemmano, Mondaino e Coriano; luoghi interessanti sia per la loro antica storia Malatestiana sia per i prodotti enogastronomici, in particolare oli e salumi.
Fiera di San Martino e il Palio della Piadina a Santarcangelo di Romagna, l’11 e il 14 novembre. Oltre ai cibi tipici della tradizione culinaria romagnola, la Fiera di San Martino si contraddistingue per la presenza dei cantastorie, che si danno appuntamento ogni anno in occasione della Sagra Nazionale a loro dedicata, e le “corna” appese sotto l’Arco della centralissima piazza Ganganelli che, oscillando, dovrebbero segnalare se la persona che vi passa sotto in quel momento è stata vittima del tradimento dell’amata/o.
La Fiera dei Golosi a Morciano di Romagna, il 20 e il 21 novembre, è l’occasione per assaggiare le specialità proposte dalle tante aziende locali presenti: oli, funghi, tartufi, salumi, formaggi, salse, condimenti, conserve, sott’oli, confetture, prodotti da forno dolci e salati, pasticceria, paste alimentari, prodotti delle api, vini, liquori, distillati. Fuori dal padiglione fieristico, osterie allestite per l’occasione e punti ristoro renderanno al meglio l’atmosfera delle antiche sagre di paese.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.