Riforma Pac: De Castro, oliveti salvi dal “greening”

«I nostri olivicoltori non saranno costretti ad abbattere le loro piante per conformarsi ai nuovi requisiti ambientali dei pagamenti diretti». È quanto affermato durante il question-time di Strasburgo dal Commissario UE per l’Agricoltura Dacian Ciolos in risposta ad una domanda del Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Paolo De Castro. «L’importane ruolo paesaggistico e ambientale svolto dalle colture arboree – ha ricordato il Presidente De Castro nel suo intervento in Aula – è ormai noto e riconosciuto e diversi studi scientifici dimostrano la capacità di sequestro della CO2 di tali colture superiore anche ai prati e ai pascoli. L’applicazione delle nuove regole ambientali rischia di comportare un danno sia per la sostenibilità economica di molte aziende sia per la sostenibilità ambientale, nel momento in cui si rischia di dover abbattere piante, alcune delle quali secolari. Adesso – ha concluso De Castro – lavoreremo in Parlamento affinché le dichiarazioni di oggi del Commissario Ciolos siano tradotte all’interno dei provvedimenti legislativi sul futuro della Pac. Un impegno importante e dovuto a difesa dell’olivicoltura del Mezzogiorno ma anche di tutte le colture arboree che caratterizzano positivamente l’agricoltura europea».

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.