Riforma Pac: Pianura Padana a rischio, -62% di aiuti

La Pianura padana rischia di perdere il 62% degli aiuti comunitari nei settori lattiero-casearie, prati e mais e quindi prosciutti e grana a denominazione. Non va meglio per gli allevamenti della pianura veronese dove il taglio é del 72%, che diventa dell’89% per le imprese umbre di tabacco e grano duro. Sono gli effetti della riforma Pac per l’Italia, tracciati oggi in un convegno promosso dalla Coldiretti. “E’ una partita tutta a perdere – afferma Sergio Marini, presidente della confederazione agricola – bisogna vedere di quanto; è una riforma che va contro l’agricoltura, fuori dal tempo che non incentiva né produzione né l’ambiente, ma aiuta solamente a spopolare le nostre campagne e, alla luce delle tragedie della Liguria, non è certo quello che serve”. Secondo l’analisi di Angelo Frascarelli, docente di economia e Politica agraria dell’Università di Perugia, i settori più penalizzati dalla Pac sono tabacco, pomodoro agrumi, latte, zootecnia intensiva, olivo, riso, grano duro e mais; i favoriti, invece, vigneti, orticole, patate, frutta, vivai, zootecnia estensiva, foraggere leguminose e, grano tenero, orzo e cerali minori. Per quanto riguarda la collocazione geografica, ad avere la peggio sono le aziende della pianura padana (l’aiuto passa da 1.050 euro ad ettaro a 400 euro), a vantaggio di quelle montane; se in Sardegna gli aiuti per le ovinocaprine crescono del 131%, nelle Alpi del 94%. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.