Rilevata per la prima volta in Italia cimice dannosa per piante coltivate

headline: short version of caption, ~label sticked to the picRilevata nel modenese, e per la prima volta in Italia, la presenza di una cimice “Halyomorpha halys”(Heteroptera, Pentatomidae) potenzialmente molto dannosa per le piante coltivate. La scoperta fatta da un gruppo di giovani studenti del corso di Entomologia della laurea triennale in Scienze e tecnologie agrarie e degli alimenti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Il Servizio fitosanitario regionale ha ora deciso l’attivazione di un sistema di monitoraggio affidato al coordinamento di Lara Maistrello, docente di Entomologia nell’Ateneo emiliano, e fa appello perché la popolazione segnali il rinvenimento di cimici “sospette”. L’eccezionale scoperta è avvenuta grazie a raccolte didattiche di insetti da parte degli studenti nell’ambito del corso di Entomologia. La “Halyomorpha halys” (Heteroptera, Pentatomidae) – spiega una nota dell’Ateneo – è una cimice marrone-grigiastra di origine asiatica, potenzialmente molto dannosa per numerose piante coltivate, in particolare piante da frutto, vite, alcuni ortaggi, e ornamentali, e fastidiosa per l’abitudine di svernare in massa entro gli edifici nel periodo autunnale. “Ma – precisa Lara Maistrello – non punge l’uomo e non trasmette malattie”. “Sull’onda del crescente commercio internazionale sono sempre più numerosi gli organismi potenzialmente dannosi che si spostano da un continente all’altro. Molte – conferma Maistrello – non riescono ad adattarsi all’ambiente. Alcune specie, invece, colonizzano rapidamente il nuovo ambiente e, se attaccano piante di interesse economico in assenza di nemici naturali, possono diventare seriamente dannose”. E’ il caso di questa cimice lunga dai 12 ai 17 millimetri, rinvenuta negli Usa e nell’Europa centrale, che si nutre su un’ampia varietà di piante (oltre 300 specie), con una predilezione per le Rosacee e Fabacee. In Europa i primi ritrovamenti sono avvenuti nel 2007 a Zurigo (Svizzera) e nel Liechtenstein su piante ornamentali. Attualmente, grazie al contributo degli studenti e di appassionati di entomologia, sono stati rinvenuti diversi esemplari in un’area di 20 km a sud della città di Modena. (ANSA).
immagine tratta da http://www.eppo.int/QUARANTINE/Alert_List/insects/halyomorpha_halys.htm

2 Commenti in “Rilevata per la prima volta in Italia cimice dannosa per piante coltivate”

  • giuseppe scritto il 31 agosto 2014 pmdomenicaSundayEurope/Rome 21:27

    Segnalo che nella città di monza ho riscontrato quasi sicuramente questo insetto che mangiava delle paulonie.

  • Simone scritto il 17 settembre 2014 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 16:00

    Trovata anche a Garbagnate Milanese, il mio giardino è infestato!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.