Rinasce il Bastardo di Burlina ed è già medaglia d’oro

Bastardo oro a Caseus VenetiDalla caparbietà di un manipolo di amanti dei formaggi tipici veneti e appassionati del mondo della zootecnia da latte, rinasce il formaggio dei nostri nonni. Partito operativamente un anno e mezzo fa, è arrivato al suo primo grande traguardo: lo scorso fine settimana Caseus Veneti, X Concorso Regionale Formaggi del Veneto, ha assegnato al Bastardo di Vacca Burlina la sua prima Medaglia d’Oro, come miglior formaggio della categoria Semi-Duri (con stagionatura tra 3 e 6 mesi). Alle spalle di un prodotto di qualità, formaggio tipico della Pedemontana del Grappa, un progetto di filiera certificata che parte dalla valorizzazione di una bovina autoctona, inserita nel registro nazionale delle razze in estinzione. La burlina, animale allevato per secoli dai veneti nei pascoli montani di Treviso e Vicenza, era ormai quasi estinta. Colpa delle politiche autarchiche imposte con la forza dal regime fascista, che aveva portato all’introduzione di razze nazionali scelte per la maggior resa in termini di quantità di latte. La burlina, piccola di taglia perché adatta ai pascoli, capace di produrre un minor quantitativo di latte e tuttavia di qualità superiore, rischiava di restare solo nella memoria di qualche foto d’epoca. Ora invece, grazie al progetto di Centro Veneto Formaggi, azienda di produzione, trasformazione e affinamento formaggi con sede a Cavaso del Tomba (TV), la burlina è tornata nelle stalle della Pedemontana del Monte Grappa.
Tre aziende agricole (due di Crespano del Grappa, una di Paderno) allevano oggi 400 animali in lattazione: nelle stalle in pianura durante autunno e inverno, libere tra i verdi pascoli delle malghe del Grappa, da maggio ad ottobre. Ogni giorno vengono prodotti 13/14 quintali di latte al giorno (latte dalle qualità nutrizionali superiori) che viene trasformato in formaggi tipici, Morlacco e Bastardo del Grappa (quest’ultimo – lo ha rivelato proprio durante l’inaugurazione di Caseus Veneti, particolarmente amato anche dal Governatore Luca Zaia). “Abbiamo aperto la nostra prima forma a maggio, al Cibus di Parma – spiega Gabriele Toniolo, presidente di Centro Veneto Formaggi – e quest’anno ci attesteremo sulle 1.200 forme di Bastardo del Grappa. La Medaglia d’Oro conseguita a Caseus Veneti è il riconoscimento di una qualità in cui abbiamo investito energie e risorse. Non solo recuperando una razza e formaggi tipici veneti, ma ponendo attenzione a tutta la filiera: il marchio Frutti di un Territorio rappresenta infatti la prima filiera di prodotto, nel settore lattiero-caseario italiano, che garantisce l’origine della materia prima, 100% Made in Veneto”. Si è andati ben al di là del recupero di una razza bovina, si è infatti riusciti grazie al sostegno di partner pubblici (dalla Regione Veneto ad Avepa) e il coinvolgimento di associazioni e aziende private (da A.Pro.La.V. a Centro Veneto Fromaggi) a organizzare la filiera dalla stalla al banco del supermercato. “Abbiamo incontrato nel gruppo Alì Spa, leader nella GDO veneta, un partner che ha saputo vedere le potenzialità di questo progetto, per i valori che rappresenta sotto il profilo della salvaguardia delle tradizioni e del territorio Pedemontano e per la qualità dei nostri formaggi. Oggi – conclude Toniolo- i formaggi di vacca burlina sono venduti in esclusiva nei supermercati Alì e sono apprezzati dai consumatori”. Centro Veneto Formaggi è oggi una importante realtà lattiero-casearia specializzata nella produzione di formaggi tipici e affinati, con particolare attenzione alla materia prima, il latte, conferito da 174 stalle venete.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.