Rinnovabili: Confagri Sardegna, bloccati 7 mln per le imprese agricole


In mancanza di un decreto attuativo, sono fermi i 7 milioni di euro previsto dall’art.12 della legge regionale 15 sugli impianti per la produzione di energia rinnovabile nelle aziende agricole”. Lo denuncia il presidente di Confagricoltura Sardegna Gigi Picciau, segnalando il blocco di progetti come quelli di tre poli fotovoltaici e integrati con le biomasse dislocati nel nord, nel centro e nel Campidano. “Non solo avrebbero contribuito a risanare le aree di Ottana”, sottolinea Picciau, “ma avrebbero generato un indotto stimato in 1.500 posti di lavoro, circa sei per ogni megawatt di fotovoltaico. Dove sono finiti i 500 megawatt che le associazioni di categoria avevano chiesto alla Regione?”.
La situazione – segnala Confagricoltura Sardegna – e’ aggravata il recente decreto legislativo sulla promozione di energia da fonti rinnovabili che modifica il sistema normativo degli incentivi per la produzione di impianti solari fotovoltaici. Con le nuove regole, potranno beneficiare del conto energia solo coloro che si sono allacciati alla rete elettrica entro il 31 maggio 2011. “Stravolto in corsa il quadro giuridico, molti imprenditori che avevano gia’ impegnato risorse, potrebbero non essere piu’ in grado di realizzare i progetti”, protesta Picciau. “Un danno incalcolabile anche per le aziende sarde. Su 35.000 imprese agricole, alcune migliaia potrebbero essere penalizzate, non potendo piu’ accedere agli incentivi”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.