Rinnovo del contratto: i contenuti


Accordo fatto per il rinnovo del contratto degli operai agricoli e florovivaisti, scaduto lo scorso 31 dicembre, che coinvolge circa 1 milione di lavoratori. Ne danno notizia le organizzazioni di settore. La firma, secondo quanto riferiscono Coldiretti e Confagricoltura, e’ avvenuta stamane, in netto anticipo rispetto ai tempi medi di rinnovo degli ultimi anni. ”Un passo importante di fronte alla crisi”, commenta Coldiretti, mentre il presidente di Confagricoltura Federico Vecchioni parla di ”senso di responsabilita’ che ha qualificato l’intera trattativa, sia da parte dei sindacati dei lavoratori sia da parte delle Organizzazioni datoriali, nonostante le difficolta’ che, a livello generale, stanno caratterizzando l’attuale fase economica”. L’accordo, spiega la Coldiretti, prevede, oltre alla riconferma degli assetti contrattuali esistenti ”importanti risultati sul versante della semplificazione e razionalizzazione con la creazione di un unico ente bilaterale nazionale nonche’ con l’impegno a rivisitare gli strumenti bilaterali territoriali”. Le dinamiche salariali non saranno piu’ legate al protocollo del luglio ’93, ma al nuovo sistema previsto dall’accordo del gennaio 2009, basato sull’indice Ipca.
Il contratto nazionale per i lavoratori dell’agricoltura e’ stato siglato da tutte e tre i sindacati di categoria Flai-Cgil, Uila-Uil e Fai-Cisl e per la parte datoriale dalle organizzazioni agricole Confagricoltura, Cia e Coldiretti ha durata quadriennale per la parte normativa e biennale per quella economica. L’incremento salariale mensile per il biennio 1/1/2010-31/12/2011 è pari al 4,1%, distribuito in due tranche: la prima, più consistente anche per compensare il periodo di 4 mesi di carenza contrattuale, del 2,5% a decorrere dal 1/5/2010, la seconda dell’1,6% dal 1/1/2011. Il contratto – fanno sapere dalla Uila-Uil – riforma completamente il sistema della bilateralità nazionale e provinciale, definisce per la prima volta soluzioni importanti per il settore sugli appalti e per la vendita dei prodotti sulla pianta, prevede nuove regole per il part-time e l’apprendistato. Il nuovo contratto introduce poi la contrattazione di settore, che sarà sostitutiva dei contratti provinciali, per comparti produttivi che presentano particolari caratteristiche, come l’agriturismo e la manutenzione del verde pubblico. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.