Riso con vaccino, Cia: no a sperimentazioni in campo aperto


Non verrà coltivato per ora in Italia il riso geneticamente modificato contenente un vaccino. Lo afferma, in una nota, la Cia-Confederazione italiana agricoltori, a commento della notizia del via libera alla sperimentazione di questo prodotto biotech, diffusa ieri a margine del convegno del ministero delle Politiche agricole sulla genomica e le biotecnologie applicate all’agricoltura. “Nel nostro Paese – precisa la Cia – le sperimentazioni in campo aperto sono bandite dal 2007; questo non significa che siamo ostili alla ricerca, ma vorremmo che fosse sviluppata, dove possibile, per offrire le dovute garanzie di ‘non contaminazione’ a quei produttori che operano con metodi convenzionali, biologici o biodinamici”. La Cia, infatti, ricorda come questo tipo di sperimentazioni necessitino di un’autorizzazione specifica dei rappresentanti di Regioni e ministeri e a oggi questo lasciapassare non c’è, né per il riso biotech né per altri prodotti. “Quando si tratta di coltivazioni in campo aperto – conclude la Cia – bisogna utilizzare tutta la cautela possibile, senza cedere alle pressioni di chi vorrebbe accelerare le semine solo per ottenere profitti”.(ANSA).

Tags: , , ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.