Riso vialone nano: una Igp da 2 milioni di euro


E’ un piccolo riso italiano, capace di imporsi nel mondo, addirittura in Cina. Si tratta del Vialone Nano Veronese Igp, primo in Italia ad aver ottenuto nel 1996 il riconoscimento comunitario. Su una produzione italiana di 1.500 tonnellate, questo riso Igp e’ pari a 448 tonnellate per un valore di poco piu’ di 2 milioni di euro. I dati di questa eccellenza dell’agroalimentare made in Italy sono stati ricordati a Roma, in occasione della presentazione della 44/a fiera del riso che si terra’ a Isola della Scala (VR) dal 15 settembre al 10 ottobre. Una manifestazione dove sono attesi 500mila visitatori che potranno degustare oltre 100 ricette di riso. Il Vialone Nano Igp rappresenta 1,5% della produzione italiana che complessivamente viene coltivata su una superficie di 224mila ettari, conquistando cosi’ la leadership in Europa. Quanto al valore di questo riso, ottimo per i risotti, cresce di mese in mese: se all’inizio del 2010 veniva valutato 400-450 euro-tonnellata ora e’ salito a 700 euro-tonnellata.
E intanto il riso si conferma grande protagonista delle tavole. Sono ben 21 milioni di italiani, infatti, che si sono fatti contagiare dalla ‘risomania’ ordinandolo fuori casa, mangiandone quasi 82 mila tonnellate tra ristoranti, osterie, tavole calde, bar e alberghi. E’ quanto emerge dall’analisi realizzata da Nielsen per conto dell’Ente Fiera di Isola della Scala. Il risotto piu’ cool oggi e’ quello al basilico, ha spiegato Gabriele Ferron, chef e titolare della riseria Ferron di Isola della Scala, vero ambasciatore di questo cereale nel mondo. ”E’ una ricetta semplice e delicata che parla italiano al cento per cento – afferma Ferron – particolarmente amata non solo in Italia ma anche in Germania e Australia”. Ferron e’ stato il primo chef a cucinare il riso italiano nella muraglia cinese, che non ha segreti a svelare la ricetta del risotto al basilico che per il quale occorre utilizzare il vialone nano igp per l’elevata concentrazione di amido. Occorre tostare il riso in velo di olio extravergine di oliva senza cipolla, aggiungere brodo di verdure e pollo e lasciare cuocere senza mai girare il riso. Alla fine spegnere la fiamma e aggiungere il basilico, un filo di extravergine e per la mantecatura finale una noce di burro e parmigiano reggiano. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.