Roghi in calo del 30%

Un’estate all’insegna del calo degli incendi boschivi in Italia: secondo gli ultimi dati del Corpo forestale dello Stato, aggiornati al 13 agosto, il numero dei roghi e’ diminuito di oltre il 30% rispetto al 2009, confermando una tendenza gia’ emersa la scorsa estate. In netto calo anche la superficie totale bruciata, che diminuisce del 40%. Dati decisamente positivi, che si spiegano con le ”condizioni climatiche favorevoli”, con l’attivita’ di prevenzione e anche di intelligence, in particolare quella svolta dagli 007 del Nucleo inventigativo antincendio boschivi della forestale che hanno potenziato e allargato il loro raggio d’azione: dall’inizio dell’anno il Cfs ha denunciato 90 persone e ne ha arrestate 6. Tuttavia si tratta di un bilancio ancora provvisorio: l’estate non e’ ancora finita e anche il mese di settembre, viene sottolineato, puo’ riservare delle criticita’. Fino a meta’ agosto, sempre secondo i dati della Forestale, si sono verificati complessivamente 1.808 incendi boschivi che hanno percorso 11.687 ettari di cui 4.625 boscati e 7.062 non boscati. E’ la Sicilia uno dei posti ”piu’ caldi”: 363 incendi nel periodo preso in esame. Seguono Puglia (305), Campania (175), Sardegna (173), Lazio (127), Liguria (116), Toscana (105), Lombardia (81), Calabria (76), Piemonte (61), Basilicata (47), Friuli Venezia Giulia (44), Abruzzo (27), Trentino Alto Adige e Umbria (20 ciascuna), Veneto e Molise (19 ciascuna), Emilia Romagna (14), Marche (9) e Valle D’Aosta (7). In Puglia si e’ avuta la piu’ estesa superficie boscata percorsa dal fuoco (1.836 ettari). Seguono Sicilia (1.097), Sardegna (338), Lazio (295), Campania (247), Calabria (213), Basilicata (128), Piemonte (109), Liguria (103), Lombardia (84), Abruzzo (43), Toscana (37), Umbria (20), Molise e Emilia Romagna (19 ciascuna), Marche (13), Friuli Venezia Giulia (11), Veneto (7), Trentino Alto Adige (4) e Valle d’Aosta (2). La diminuzione degli incendi si evince anche dal numero delle richieste di intervento aereo alla flotta dello Stato gestita dal Dipartimento della Protezione civile. Nel periodo 14 giugno-24 agosto sono state 617 contro le 1.820 dello stesso periodo del 2007 e le 788 del 2008; nel 2009 erano state invece 545. La stragrande maggioranza degli interventi aerei si e’ avuta in Sicilia (251), seguita da Calabria (106), Sardegna (78) e Puglia (65). Da meta’ giugno ad oggi, i mezzi aerei della flotta dello Stato hanno effettuato 15.905 lanci di liquido ‘estinguente’ per un totale di circa 90 milioni di litri. In prima linea, naturalmente, anche i vigili del fuoco, che dal 14 giugno al 24 agosto hanno compiuto 1.626 interventi per incendi di bosco, 22.648 per incendi di sterpaglie, 1.655 per colture agricole; 129.585 gli uomini e 41.540 i mezzi intervenuti a rotazione, 210 le ore di volo degli elicotteri. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.