Romano: in Adriatico servirebbe un fermo pesca superiore a tre mesi

Il mare Adriatico ha bisogno di un fermo pesca di almeno tre mesi per ripopolare la fauna marina. Ne e’ convinto il ministro alle Politiche agricole, Saverio Romano. Parlando a Campobasso, in occasione di una manifestazione elettorale, Romano ha spiegato: “Avremmo bisogno, soprattutto in Adriatico, di fare un’operazione che porti ad un fermo che vada ben oltre i 45 giorni e che superi i tre mesi. Questo e’ l’unico modo per restituire pesce al nostro mare; non ne conosco altri”. Il ministro sottolinea che su 10 pesci consumati sulle tavole italiane 6 provengono dall’estero, 2 dall’acquacoltura e solo 2 dal pescato.
“Una soluzione va trovata – ha rimarcato – e quella piu’ immediata e’ lasciare il mare nelle condizioni di riprodursi.
Se, poi, lo puliamo e’ ancora meglio. Sono convinto, senza voler aprire polemiche, che ci siano interessi diversi, che vanno in una certa misura composti. Il fermo biologico a Chioggia e’ diverso da quello di San Benedetto del Tronto, perche’ i fondali sono diversi. Questa complessita’ – ha concluso – stiamo tentando di affrontarla con un fermo biologico che sara’ per aree geografiche e diversificato a seconda delle esigenze. E’ piu’ faticoso, ma lo faremo”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.