Russia: embargo, crolla export Italia ma primi per pasta-vino

pasta 5L’Italia è scesa dall’8/o al 13/o posto tra i Paesi fornitori di prodotti agroalimentari e bevande della Russia, con un calo del valore totale dell’export da 983 milioni di euro nel 2014 a 212 milioni nei primi cinque mesi del 2015. Una perdita di posizione dovuta alla situazione più complessa del mercato a causa dell’embargo sui prodotti agroalimentari europei, applicato dal Governo di Mosca in risposta alle sanzioni occidentali per la crisi ucraina. L’Italia rimane comunque al primo posto come esportatore di vino e pasta, al secondo per le acque minerali e altre bevande analcoliche, al terzo per prodotti da forno e al quarto per il caffè. Sono i dati diffusi dall’Ice di Mosca in occasione dell’apertura della fiera World Food al centro fieristico Expocenter, nella capitale russa, che proseguirà fino al 17 settembre. A causa dell’embargo, introdotto nei primi mesi dello scorso anno, la posizione dell’Italia è inoltre scesa radicalmente per l’esportazione di prodotti ortofrutticoli freschi: il valore di mercato è arrivato a zero dai 73 milioni di euro del 2014, portando l’Italia dal 21/o posto al 90/0. Ed anche per latte e derivati il valore di mercato è diminuito da 31 milioni a due milioni (il Paese è passato dal 14/o al 24/o posto). Altri Paesi pure sotto embargo hanno mantenuto o perso meno posizioni ma con un crollo analogo del valore dell’export: la Germania ad esempio e’ rimasta al 6/0 posto e gli Stati Uniti sono scesi dal 7/0 al 10/0. Il Paese con maggiori esportazioni in Russia rimane la Bielorussia, seguita dal Brasile, dalla Cina e dalla Turchia. Per le imprese italiane il World Food è quindi l’occasione per promuovere l’immagine del proprio prodotto e recuperare terreno in Russia. Alla fiera è presente un Padiglione nazionale italiano (con una superficie di circa 400 mq) che ospita 27 aziende, di cui 15 provenienti dalle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Sono due le novità introdotte per questa edizione della fiera: un ricco programma di degustazioni dei prodotti delle aziende partecipanti e un nuovo segno distintivo per produzioni agricole e alimentari italiane. Il nuovo logo, ‘The extraordinary italian taste’, introdotto per la prima volta nel mercato russo, è lanciato dal ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e da quello dello Sviluppo Economico: il tricolore italiano è rappresentato su tre onde che richiamano il concetto di crescita, sviluppo, eccellenza e tradizione. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.