Sacerdoti, pope, pastori, diaconi e monaci delle aree rurali europee

Quarto incontro interculturale tra sacerdoti , pope, pastori, diaconi, monaci e monache delle aree rurali europee . Dal 26 al 31 marzo delegazioni di sacerdoti provenienti da 5 diversi paesi europei (Italia, Bulgaria, Estonia, Norvegia e Romania) si riuniranno a Sofia nell’ambito del progetto IMCoD, Intercultural Methods of Community Development (Metodi interculturali di sviluppo comunitario), promosso dall’Unione europea nel quadro del programma Lifelong Learning Programme – Grundtvig, con l’obiettivo di confrontarsi per rafforzare il loro ruolo nei processi di sviluppo delle comunità rurali dei loro paesi. La dimensione interculturale dell’iniziativa permette lo scambio di esperienze tra religiosi per comparare le diverse realtà e attivare comuni strategie di sviluppo locale e delle parrocchie.Il progetto IMCoD coinvolge sacerdoti, ma anche diaconi, monaci e monache appartenenti a differenti confessioni cristiane: Ortodossa, Evangelico-Luterana e Cattolica. Le attività previste dal programma mirano a offrire un’occasione di scambio e conoscenza tra i partecipanti, oltre a favorire la visita e l’incontro con le realtà parrocchiali, caritative e diocesane di diverse aree rurali della Bulgaria. All’incontro partecipano sacerdoti invitati dalla Facoltà di Teologia dell’Università di Craiova (Romania), dalla Facoltà di Teologia dell’Università di Sofia (Bulgaria), dall’Istituto di Teologia della Chiesa Evangelica Luterana di Tallin (Estonia) e dalla Scuola di Teologia di Oslo (Norvegia). Il programma fa seguito a momenti analoghi di lavoro tenutasi a Craiova nel novembre 2010, a Tallin nel settembre 2010 e a Reggio Emilia lo scorso febbraio, per concludersi poi a maggio in Norvegia.Nel nostro territorio l’iniziativa è promossa da EUROPE DIRECT – Carrefour europeo Emilia che, ormai da diciotto anni, opera come Centro d’informazione, orientamento, assistenza e consulenza sulle politiche e le opportunità dell’Unione europea. Inoltre, EUROPE DIRECT – Carrefour europeo Emilia, che pone al centro della sua azione la valorizzazione delle realtà locali emiliane in un’ottica di reciproca conoscenza e integrazione europea, vanta ormai anche una lunga esperienza nell’ambito di azioni di sviluppo rurale.La delegazione emiliana che parteciperà al quarto incontro interculturale in Bulgaria è composta da Don Giovanni Nicolini responsabile delle Parrocchie di Sant’Antonio da Padova a la Dozza e S. Giovanni Battista a Calamosco (Bologna), Don Francesco Scimè delle Parrocchie di Caselle, Ronchi, Bolognina e Sammartini (Crevalcore, Bologna) e dai diaconi reggiani Manlio Bottazzi della Parrocchia del Sacro Cuore, Marino Gallo e Adler Rituani della Unità Pastorale di San Giuseppe e Coviolo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.