Sagra degli Osei a Sacile col Corpo forestale

Il Corpo forestale dello Stato parteciperà alla 738 ‘Sagra dei Osei’ di Sacile, in provincia di Pordenone, la manifestazione sugli uccelli da canto più antica d’Italia. Nell’ambito dell’evento sarà inaugurata domani, sabato 20 agosto 2011, la mostra curata ed allestita dal personale del Corpo forestale della provincia di Vicenza, in collaborazione con il Corpo forestale della regione Friuli Venezia Giulia, l’associazione cacciatori e l’associazione ‘Pro Sacile’, organizzatrice della manifestazione. Per la rassegna sono stati portati, nel comune friulano, i reperti rinvenuti nell’ambito delle attività di contrasto del bracconaggio e del commercio illegale di fauna cacciabile e protetta svolte sull’intero territorio nazionale dal personale del Corpo forestale dello Stato. Per il terzo anno la Forestale partecipa all’antica manifestazione. L’intervento dei Forestali è finalizzato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul fenomeno del bracconaggio, un’attività contro la natura, priva di qualsiasi etica venatoria, della quale gli organizzatori intendono sottolineare e mostrar materialmente gli aspetti negativi. L’esposizione, allestita come percorso didattico, evidenzia infatti ‘gli orrori del bracconaggio’ che riduce in fin di vita animali inermi attratti da bocconi, da esche per finire intrappolati all’interno di cruenti congegni di morte. A essere esposte, tutta una serie di trappole sequestrate dalla Forestale quali, ad esempio, archetti, trappole per ungulati, orsi, mustelidi, volpi, panie con vischio, lacci in crine di cavallo, trappole in ferro da piccolo taglio, per uccellini (le cosiddette ‘trappole a scatto’), i micidiali lacci di acciaio per ungulati e cinghiali, archetti in ferro per pettirossi, reti da uccellagione. Come contraltare, la mostra sulle trappole sarà affiancata dalle immagini fotografiche di uccelli in natura, scattate da Gianluca Ubaldi, ritrattista di animali selvatici. La “Sagra dei Osei” è il più antico mercato-esposizione di uccelli da canto e da voliera che si tiene la prima domenica dopo Ferragosto. Vanta origini antichissime: il primo cenno ufficiale di questa fiera si ha con l’arrivo in Friuli del patriarca Raimondo della Torre il 2 agosto del 1274. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.