Salina di Cervia: dove economia e ambiente si sposano

nidi gabbiani rosaLe speciali condizioni meteo di quest’anno hanno consentito a specie, anche rare, di nidificare in Salina. Le vasche allagate naturalmente dalle copiose piogge nei mesi scorsi infatti si sono trasformate in vere e proprie nursery per il gabbiano roseo, il gabbiano corallino, il fraticello, il fratino e l’avocetta. Sono più di 200 le coppie che hanno deciso di nidificare in una delle vasche della zona più a sud della Salina di Cervia.
Per salvaguardare le uova e quindi la nidificazione straordinaria si è però reso necessario un intervento altrettanto straordinario, che ha coinvolto oltre al Parco della Salina di Cervia, anche il Parco del Delta del Po, l’Ufficio per la Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato e l’Ispra (Istituto Superiore per la protezione e per la ricerca ambientale) che già collaborano in un progetto Europeo “Life Natura”.
Tutti i soggetti coinvolti si sono resi conto infatti della necessità di trovare il giusto equilibrio fra la produzione del sale e la conservazione dell’area naturale, tenuto conto anche del fatto che la Salina di Cervia è soggetta alla tutela ambientale, essendo riserva di Stato, stazione sud del Parco del Delta del Po e bacino tutelato dal progetto “Natura 2000” della Comunità europea.
Così, grazie al finanziamento dell’Ufficio per la Biodiversità di Punta Marina del Corpo Forestale dello Stato è stato creato un controargine nella vasca scelta dagli uccelli per la nidificazione. In questo modo si è consentito alle uova di ultimare il loro ciclo naturale di sviluppo. Già in questi giorni c’è la schiusa delle uova e la nascita di centinaia di pulcini. La vasca, che fa parte del circuito interno, normalmente funge da vasca di evaporazione dell’acqua di mare. Grazie a questa soluzione tecnica non è stata del tutto allagata, ciò ha consentito sia la protezione dei nidi che la salvaguardia della produzione 2013 del sale.
“Il Parco della Salina di Cervia – spiega il presidente della Salina, Giuseppe Pomicetti – è nato proprio per la salvaguardia del delicato ecosistema ambientale della salina, per questo trovare una soluzione che garantisse a noi di continuare a lavorare alla produzione salifera e contemporaneamente alla schiusa delle uova era un obiettivo importante, al quale abbiamo lavorato di concerto con gli altri soggetti coinvolti”.
Per Massimo Medri, presidente del Parco del Delta del Po “consentire l’equilibrio fra il mantenimento della biodiversità e la produzione del sale non è sempre facile. In questo caso la combinazione dei due obiettivi si è sposata con una soluzione positiva che ha consentito un equilibrio così delicato. Questa azione è la dimostrazione di come economia e ambiente possano diventare una equazione vincente per tutti”.
Turismo ambientale, mantenimento della biodiversità e produzione economica del sale devono stare assieme. Per questo il Corpo Forestale dello Stato ha ritenuto doveroso il proprio intervento, come spiega il responsabile dell’Ufficio di Punta Marina, Giovanni Nobili “le particolari condizioni meteo, con molte precipitazioni, hanno ritardato i tempi della produzione, ma anche della natura, consentendo però a molte specie anche rare di nidificare sul fondo di una delle
vasche della salina. Essendo la Salina di Cervia riserva naturale dello Stato è stato necessario intervenire con questa operazione sinergica di tutela della biodiversità, salvaguardando peraltro anche la parte produttiva della Salina”.
Salina su cui insiste un progetto poliennale cofinanziato dall’Unione europea, Life, che servirà proprio a migliorare la rete di canali e di acque in saline, costruendo nicchie di nidificazione che valorizzeranno sempre di più la biodiversità di questo parco naturalistico unico al mondo, come spiega il direttore del progetto Life, Graziano Caramori “con questo intervento si è resa possibile la conservazione con costi limitati e si è trovato il giusto equilibrio fra la tutela della biodiversità e quella della produzione del sale, tutti obiettivi basilari per le future azioni conservative di Life”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.