Salumi: Assica, i consumi soffrono ma timida ripresa nel 2015

salumi vendita
La ripresa tarda ad arrivare per i salumi italiani, ma “nel 2015 ci sono timidi segnali di ripresa, che vanno curati”. Lo ha detto il presidente di Assica (Associazione industriali carni e salumi), a margine dell’assemblea annuale che si è tenuta all’interno di Palazzo Italia a Expo. Il comparto ha continuato a mostrare segnali di debolezza nel 2014 con un calo dell’1,2% della produzione (1,16 milioni di tonnellate da 1,18 tonnellate) e dell’1,5% del fatturato, fermo a 7,8 miliardi. Nuovo calo sul fronte dei consumi: la disponibilità delle famiglie è scesa dell’1,3% a 1,07 miliardi di tonnellate con una contrazione di consumo pro-capite a 17,7 kg dai 18 dell’anno precedente. Al primo posto degli acquisti degli italiani resta il prosciutto cotto seguito dal crudo. A salvare, in parte, la filiera è l’export, che lo scorso anno è cresciuto del 4,7% segnando un fatturato record di 1,26 miliardi di euro (+6,3%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.