San Valentino: 1 su 3 regala fiori. La maggioranza niente

san valentino fioriQuasi di un innamorato su tre (32 per cento) regala fiori che si confermano come l’omaggio preferito rispetto ai cioccolatini o agli altri dolciumi (19 per cento), ai profumi o gioielli (6 per cento), ai capi di abbigliamento (4 per cento). E’ quanto emerge dai risultati del sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it dal quale si evidenzia tuttavia che la maggioranza degli italiani (39 per cento) non regala niente, anche per effetto della crisi. Nonostante le difficolta’ economiche l’omaggio floreale resiste e – sottolinea la Coldiretti – si conferma simbolo della festa degli innamorati con una stima di almeno 15 milioni di fiori acquistati per una spesa di circa 75 milioni di euro tra fiori e piante, con la tendenza a diversificare comprando oltre alle rose primule, bulbose azalee e orchidee, meglio se italiane. E per non sbagliare ed evitare brutte gaffe ecco spiegato il linguaggio dei fiori anche perche’ – sottolinea la Coldiretti – l ‘ampia varieta’ dell’offerta Made in Italy consente di ottimizzare la scelta con il fiore piu’ adatto ai sentimenti che si intende esprimere. Il mazzo di rose – precisa la Coldiretti – deve essere sempre composto in numero dispari di fiori che nei loro colori possono comunicare sensazioni differenti. Se le rose rosse significano passione ardente, quelle bianche – informa la Coldiretti – testimoniano l’amore puro e spirituale mentre il color corallo rivela il desiderio. Ancora la rosa muschiata significa bellezza capricciosa, il color pesca palesa un amore segreto, l’arancio esprime fascino, il rosa amicizia, affetto e gratitudine. Particolare attenzione – avverte la Coldiretti – va prestata alla rosa di colore giallo perche’ oltre a simboleggiare un amore disperato per l’assillante gelosia, potrebbe significare anche tradimento o amore in declino. Il ranuncolo simboleggia bellezza malinconica e la calendula e’ ambasciatrice di dedizione, ma anche di pene d’amore e potrebbe rappresentare la sofferenza dell’innamorato non corrisposto.
Anche il garofano e il tulipano – continua la Coldiretti – hanno un loro particolare significato a seconda del colore: il garofano bianco significa fedelta’, quello giallo eleganza, quello rosa amore reciproco e quello rosso amore vivo e intenso; per il tulipano, invece il colore rosso esprime una dolce dichiarazione d’amore, lo screziato complimenti per gli occhi della persona amata e il giallo amore disperato. E il papavero, per esempio, simbolo di tranquillita’ e serenita’, e’ perfetto per chi, in questa occasione, voglia rassicurare il partner e comunicargli che tutto procede per il meglio. Nel giorno degli innamorati – consiglia la Coldiretti – si possono regalare dei fiori anche agli uomini purche’ non siano troppo delicati o con colori tenui o anche una pianta, soprattutto se di una specie che non ha bisogno di molte cure. L’Italia – afferma la Coldiretti – e’ all’avanguardia nella coltivazione di fiori e piante a livello internazionale e comunitario dove il Tricolore e’ al posto d’onore dopo l’Olanda che spesso e’ pero’ solo il crocevia di triangolazioni commerciali, come accade per le produzioni di paesi extracomunitari come Thailandia, Brasile, Peru’ o, per le rose, Kenia. Peraltro i fiori italiani – afferma la Coldiretti – sono senza dubbio i piu’ profumati, non solo perche’ non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perche’ molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varieta’ che presentano aromi piu’ intensi e caratteristici. In base ai risultati dell’ultimo censimento dell’agricoltura in Italia – conclude la Coldiretti – risultano attive circa 20.500 aziende florovivaistiche, che danno occupazione ad oltre 120.000 addetti, con una superficie coltivata di oltre 36.000 ettari e che generano un valore che supera i 3 miliardi di euro. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.