Sardegna: agriturismo in crisi

Stagione in rosso per gli agriturismo della Sardegna, con un calo di presenze del 35% ed una perdita economica stimata in 10 milioni di euro per l’intera stagione. Una delle principali cause è il costo dei trasporti da e per l’Isola. A lanciare l’allarme la Coldiretti regionale che ha intervistato un campione di 30 strutture del consorzio “Vacanze e Natura Terranostra” dell’associazione di categoria e persone che avevano già prenotato negli anni scorsi nelle strutture recettive della Sardegna. Oltre il 70% ha risposto di avere scelto altre mete nazionali a causa del caro traghetti, in principale modo sono state scelte località come la Puglia, la Toscana e la Sicilia. “Purtroppo il caro traghetti ha pesato terribilmente in modo inaspettato – dice Marco Scalas, presidente di Coldiretti Sardegna – e nonostante il tempestivo intervento della Regione nel mettere in concorrenza le compagnie marittime, gli effetti sono arrivati in un periodo in cui i turisti avevano scartato la meta sarda e scelto altre località”. “Stiamo registrando una stagione disastrosa – conferma Luca Saba, direttore dell’associazione – Purtroppo rispetto ai dati in nostro possesso dalle nostre strutture consorziate registriamo cali di presenze mediamente del 35% nelle zone turistiche e del 50% nelle zone interne; calano anche le presenze per i pranzi tipici sia nelle zone interne che nelle coste con una diminuzione di circa il 30%”. Secondo la Coldiretti, gli agriturismo in Sardegna sono 814. La concentrazione maggiore è nella Gallura che conta ben 162 strutture, mentre i posti letto totali sono oltre 6.500 ed i coperti per i pasti oltre 58.000. Solo il 12% delle strutture offre solo la ristorazione in azienda.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.