Sasso Fratino: 50 anni fa nasceva il primo Eden d’Italia

Schiena di Sasso Fratino all'alba (Immagine di Andrea Barghi)I 764 ettari della Riserva naturale integrale di Sasso Fratino nel Parco Nazioanle delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna sono uno straordinario tesoro di biodiversità. Queste istituzioni hanno una funzione insostituibile nel campo della ricerca e della tutela ambientale. A Sasso Fratino picca la fisionomia monumentale dell’intero complesso che desta stupore e ammirazione: piante ultrasecolari che vegetano ancora in ottima condizione fino al decadimento naturale, il crollo e l’esplosione della rinnovazione, indice dell’equilibrio e della vitalità dell’ecosistema. A Sasso Fratino si deve, per esempio, una delle presenze più rare del Parco, il picchio nero, il più grande in Europa. Ma le specie a cui questa area garantisce la vita sono davvero moltissime. Istituita dal Corpo Forestale dello Stato nel 1959, grazie ad un atto particolarmente lungimirante dell’allora Azienda di stato per le foreste demaniali, Sasso Fratino è stata la prima riserva integrale in Italia. Il convegno, da venerdi 9 a domenica 11 ottobre , oltre a celebrare un evento centrale della storia della conservazione ambientale nel nostro paese, vuole sviluppare una riflessione sulle funzioni e le prospettive di questa realtà e sul valore dell’esperienza di parchi e riserve naturali a poche settimane dalla chiusura della grande riunione degli operatori delle aree protette di tutta Europa, la conferenza di Europarc, in Svezia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.