Scienze gastronomiche: il lavoro del presente


Circa mille studenti in otto anni, quasi la metà dei quali stranieri (48%) provenienti da 60 nazioni, un’eccezione nel panorama universitario locale e nazionale, dove nel piccolo centro langarolo di Pollenzo si giunge appositamente da India, Stati Uniti, Mauritania e Brasile. Questi i dati sull’Università di Scienze Gastronomiche presieduta dal fondatore di Slow Food Carlo Petrini, presentati in occasione dell’assemblea straordinaria dei Soci Sostenitori dell’ateneo. Il 74% dei laureati di Pollenzo sono occupati. Una media del 60% ha trovato lavoro a soli due mesi dalla laurea, mentre il 18% ha proseguito gli studi presso altri atenei e solo l’8% è ancora in cerca di occupazione o altra formazione. L’ateneo stanzia annualmente circa 600 mila euro per consentire a studenti motivati e meritevoli di frequentare i corsi, per un totale di quasi cinque milioni in 8 anni di attività accademica. Oltre 140 studenti, pari al 22% degli iscritti, hanno beneficiato degli esoneri. L’attività in aula è completata da una intensa serie di viaggi didattici in Italia e nel mondo: dal 2004 a oggi sono stati organizzati 585 viaggi, mentre nel solo anno accademico 2011-12 ne sono previsti 130. Durante i viaggi, gli studenti svolgono un lavoro di video documentazione contribuendo cosi ai ‘Granai della memoria’, un progetto di ricerca per la costituzione di una banca dati dei saperi contadini di tutto il mondo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.