Sementi: si studia la riproduzione asessuata

Ogni anno, in tutto il mondo, gli agricoltori spendono circa 36 miliardi di dollari per l’acquisto delle sementi. Ripiantare i semi, nella maggior parte dei casi, non e’ infatti conveniente: questi darebbero alla luce piante con caratteri diversi – e quindi non desiderati – rispetto alla pianta ‘madre’. Una ricerca, pubblicata nei giorni scorsi su Nature, sembra pero’ indicare una nuova strada per far si’ che la riproduzione possa avvenire in maniera ‘naturale’, senza perdita delle caratteristiche desiderate. E’ stato infatti individuato un gene che sembra giocare un ruolo chiave nella riproduzione. Non per tutte le piante esiste infatti questo problema: alcune, come ad esempio il dente di leone, si riproducono in maniera asessuata. In pratica si autoclonano. Questo significa che le piante generate sono geneticamente identiche alle genitrici. Ricercatori messicani, francesi e statunitensi hanno cercato di studiare il meccanismo genetico di riproduzione asessuata di queste piante per capire se e come fosse possibile applicarla ad altre piante che si riproducono in maniera sessuata. Sono circa 350 le specie che si riproducono asessualmente. Nessuna di esse, pero’, viene utilizzata come coltura. I ricercatori hanno concentrato i loro sforzi sulla Arabidopsis thaliana, una pianta dal genoma compatto e semplice, che si riproduce sessualmente. Analizzando la sua riproduzione hanno individuato una proteina, l’Argonaute 9, che sembra giocare un ruolo molto importante nella riproduzione: essa infatti sembra ‘prevenire’ l’attivazione dell’apomissia, la riproduzione asessuata tipica di alcuni organismi vegetali. La scoperta sembra suggerire che molte piante, se non addirittura tutte, abbiano in realta’ l’abilita’ di riprodursi asessualmente, ma questa potenzialita’ sembra venga soppressa dall’azione dell’Argonaute 9. Lo studio, ancora in corso, potrebbe dunque avere enormi ripercussioni economiche, sia per le aziende sementiere (perche’ semplificherebbe le tecnologie attualmente utilizzate), sia per gli agricoltori. (ANSA)

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.