Sequestrate 14.400 bottiglie di “Rosecco” in partenza per la Gran Bretagna

“La smisurata fantasia degli agropirati stava per colpire uno degli importanti motori dell’industria vinicola della penisola: il Prosecco. Giocando sull’assonanza dei nomi e sui colori delle etichette per trarre in inganno i consumatori, questa volta stavano per finire sulle tavole inglesi 14.400 bottiglie di Rosecco”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia commenta l’operazione portata a termine dai funzionari dell’ICQRF di Conegliano che hanno proceduto al sequestro di 14.400 bottiglie di vino denominato “Rosecco – vino spumante Brut – Rosé”, prodotto e imbottigliato da una ditta del trevigiano e destinato al mercato inglese. “Questo – ha concluso il Ministro – è un tentativo maldestro di infangare i nostri marchi all’estero. Infatti le bottiglie erano in partenza per la Gran Bretagna e nell’etichetta era riportato con caratteri molti evidenti il termine “Rosecco”, che richiama in modo palese la denominazione d’origine Prosecco”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.