Siccità: anno nero per il tartufo

“Un’annata così brutta per il tartufo non me la ricordavo da almeno dieci anni. La siccità della scorsa estate ha impattato sul tartufo bianco e quella dei mesi invernali sul tartufo nero pregiato: risultato, quantità poca e dimensioni ridotte”. E’ questa l’analisi della stagione del tartufo tracciata all’ANSA da Piergiorgio Marini dell’azienda Acqualagna Tartufi, big del commercio del pregiato tubero. “E se le precipitazioni si faranno ancora attendere – aggiunge Marini – ci sarà un impatto negativo anche sul tartufo nero estivo”.

I prezzi hanno ovviamente risentito di questa scarsità. Per il bianco, la cui stagione si è ctartufionclusa con dicembre, osserva Marini, le quotazioni sono arrivate a triplicare, fino a 1.500 euro al chilo, mentre per il nero pregiato, la cui stagione è ancora in corso (si conclude a fine marzo), il prezzo è salito rispetto allo scorso anno del 50%, arrivando a 500-600 euro al chilo. Senza pioggia il tartufo nero pregiato, che anche più di quello bianco ha bisogno d’acqua, è praticamente introvabile, ma è arrivato soccorso dai campi dei produttori di tartufi.

“In tutto questo la domanda è restata alta grazie alla richiesta dall’estero – conclude Marini -. Le quotazioni alte non hanno spaventato gli abituali clienti dei paesi Arabi, Giappone e Stati Uniti. E il nostro fatturato, così come quello delle aziende del settore, si è salvato con il prodotto conservato”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.