Siccità: Confagri ER, l’agricoltura ha bisogno di scelte strategiche

Confagricoltura Emilia Romagna accoglie positivamente la disponibilità data dal Ministro all’Agricoltura Mario Catania ad avviare, come più volte sollecitato dal Presidente Guglielmo Garagnani, la discussione sul problema della siccità sulla base di un confronto finalizzato a definire un pacchetto di iniziative per contrastare il flagello della siccità che sta sempre più frequentemente colpendo la già martoriata agricoltura.
Confagricoltura Emilia Romagna da anni sta richiamando l’attenzione, a tutti i livelli, delle Istituzioni affinché si affronti il problema della carenza di acqua in agricoltura non solo in via prioritaria e con strategie di fondo ma anche e soprattutto in maniera propositiva e senza preclusioni demagogiche. “Troppe volte – ha evidenziato Guglielmo Garagnani – ci siamo dovuti scontrare contro posizioni pregiudiziali assunte da alcune amministrazioni locali o da alcuni funzionari nei confronti delle richiesta avanzate dal mondo agricolo di poter disporre di adeguate opere in grado di assicurare non solo all’agricoltura ma ad un territorio la risorsa acqua nel tempo”. “Auspico- ha proseguito il Presidente Regionale di Confagricoltura Emilia Romagna Garagnani – che il tavolo ad hoc chiesto e ottenuto a livello regionale per discutere in modo serio di un piano delle acque sia utilizzato non solo per affrontare l’emergenza ma anche e soprattutto per dare risposte, anche nel medio e lungo periodo, ed un concreto supporto alla discussione che si andrà ad aprire a livello nazionale”. “Soluzioni dunque – ha proseguito Garagnani – non temporanee e sulla scorta dell’urgenza ma strategie da pianificare e studiare tenendo conto dell’ambiente, delle risorse che potrebbero giungere con il nuovo PSR senza prescindere dal supporto che la ricerca, libera da vincoli pregiudiziali, e l’innovazione possono dare al settore agricolo per strutturarsi davanti ad al cambiamento climatico in atto”.
“E’ necessario – ha proseguito Garagnani – che si definisca, quanto prima, un pacchetto di iniziative contro la siccità. Un pacchetto che, sotto la regia del Ministro Catania e con il coinvolgimento anche del Ministero all’Ambiente, e quello alle Infrastrutture, contempli: programmi di investimento in ricerca agronomica e irrigua; progettazione di piccoli e grandi invasi ivi comprese le dighe per realizzare adeguate riserve di acqua, politiche di supporto finanziario, anche utilizzando i fondi UE, per la realizzazione di investimenti da effettuarsi sul territorio e nelle aziende per migliore l’utilizzo dell’acqua massimizzandone la sua efficienza e riducendone la dispersione, ed infine una profonda revisione del Piano di tutela delle acque a partire dalla determinazione del parametro che regola l’attingimento dai corsi d’acqua il deflusso minimo vitale che sbagliato fin dalla sua interpretazione ha trasformato con la carta della burocrazia in fiumi quelli che da secoli erano torrenti causando danni all’agricoltura e mutazioni agli ecosistemi.
Bisogna, ha concluso Garagnani, che si smetta di fare la corsa per finire sui giornali nei momenti in cui cala il flagello della siccità per gridare alla sciagura ed imprecare al cielo e si giunga quanto prima alla predisposizione di un piano strategico in cui ognuno si impegna realmente e non solo sulla carta stampata a fare la sua parte per difendere e tutelare il bene acqua in maniera che sia garantita a tutti i soggetti che trovano in questo bene un fattore imprescindibile per la loro vita e la loro attività.

Un Commento in “Siccità: Confagri ER, l’agricoltura ha bisogno di scelte strategiche”

  • Giuseppe Cattabriga scritto il 22 agosto 2012 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 19:31

    Inutilmente, da diversi anni, ho posto all’attenzione degli amministratori l’insostenibilità tecnica, economica ed ambientale del modello di sviluppo agricolo intensivo, non più adeguato alla realtà produttiva imposta dai cambiamenti climatici. Finalmente si sta prendendo coscienza che bisogna modificare strutturalmente questo modello:
     http://www.agricolturadelleacque.it/

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.