Siccità: il Movimento 5 Stelle chiede il rinvio della stagione venatoria


Una risoluzione per rinviare “di almeno 15 giorni” l’apertura della stagione venatoria, alla luce della siccità che sta fiaccando gli animali esponendoli così a “facili uccisioni”. A presentarla è il capogruppo del Movimento 5 Stelle in regione Emilia-Romagna, Andrea Defranceschi. “La siccità che ha colpito l’Italia, e la nostra Regione in particolare, sta avendo gravissime conseguenze sulla fauna – osserva in una nota -: gli animali hanno visto progressivamente ridursi gli spazi del loro habitat, fra incendi e zone completamente rinsecchite. Inoltre – aggiunge – sono perennemente a caccia di pozze d’acqua e zone umide. Quindi sono concentrati dove c’è ancora un po’ d’acqua, e per i cacciatori sarebbero prede facilissime”. Per questo, prosegue l’esponente del Movimento 5 Stelle, “abbiamo presentato una risoluzione per rinviare di almeno 15 giorni l’apertura della stagione venatoria, senza la possibilità di preaperture in deroga”. In aggiunta, sottolinea Defranceschi, lo stesso Ispra-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, “ritiene, “e lo dice in una risposta inviata ad un Europarlamentare, che sia ‘opportuno sospendere la stagione di addestramento e l’allenamento dei cani da caccia e opportuno vietare la caccia di appostamento”. Poi, puntualizza, “crediamo che sarebbe giusto, forse, attendere anche di più nel caso non ci fossero adeguate precipitazioni, per cui le due settimane sono un periodo minimo. Sterminare oggi gli animali rimasti avrebbe conseguenze nefande per il futuro – chiosa Defranceschi -: la fauna, oggi, è infatti indebolita e fiaccata dal clima e dalla costante ricerca d’acqua per cui molte specie già hanno difficoltà a riprodursi”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.